lunedì , 24 Giugno 2024
Home Primo piano Serie A: Napoli-Juve finisce 5-1. Capolavoro Spalletti, male Allegri
Primo pianoTutte le news

Serie A: Napoli-Juve finisce 5-1. Capolavoro Spalletti, male Allegri

Dopo 8 vittorie consecutive la Juve si arrende a Osimhen e Kvara

Napoli-Juventus
Napoli-Juventus 5-1

di Emanuele Tonini – Il big match che apre la 18^ giornata, quello tra Napoli e Juventus finisce 5-1 per l’11 di Spalletti che interrompe la striscia di vittorie consecutive (8) del “nemico” Max Allegri. Show di Osimhen autore di una tripletta e del georgiano Kvaratskheila, in gol anche lui insieme a Rrahamani ed Elmas per i partenopei. Dell’argentino Di Maria la rete del momentaneo 2-1 juventino.

Alla fine lo scontro tra i due allenatori toscani – che di certo non si amano – si è concluso con il trionfo di Spalletti, che rifila un sonoro schiaffone e una lezione di calcio ad Allegri. La Juve, nonostante messa sotto dal Napoli sul piano del gioco e sotto l’aspetto atletico, fino al 3-1 sembrava potesse in qualche modo tentare un disperato recupero. La traversa e il gol del 1-2 siglato da Di Maria gasano la Juve che si spegne sulla grande parata di Meret che sventa l’autorete su una deviazione di Rrahamani che avrebbe potuto al pari i bianconeri. 

Il primo tempo

Allegri decide la difesa a tre con Bremer, Danilo e Alex Sandro a schermare il centrocampo dove Locatelli cerca di creare gioco affiancato da Rabiot e McKennie e Chiesa con Kostic sugli esterni. Di Maria agisce come trequartista alle spalle di Milik unica punta. 

La partita inizia con i padroni di casa che caricano a testa bassa e la Juve che si abbassa. Dopo una decina di minuti di studio, i partenopei passano in vantaggio grazie a un gol di testa di Osimhen che sfrutta una ribattuta di Szczesny su rovesciata di Kvara. Napoli 1 Juventus 0 e il Maradona che esplode di gioia. Il vantaggio dei padroni di casa non scuote la Juve e anzi sono ancora i campani ad attaccare. Finalmente la squadra di Allegri abbozza una reazione: Di Maria su assist involontario di Rrahamani colpisce la traversa, poi Milik di testa impegna Meret e Bremer poco dopo spara alto. Segni di vita dei bianconeri quanto meno. Il Napoli sembra in difficoltà, ma Osimhen grazie agli spazi lasciati dalla Juve, ne approfitta, sfrutta un raddoppio di Danilo e un intervento sciagurato di Bremer, che lascia solo Kvara che con un piazzato preciso porta il risultato sul 2-0. La Juve per fortuna reagisce e accorcia le distanze con Di Maria, poi Chiesa crea scompiglio in area napoletana, tanto che Meret è decisivo su una deviazione di Rrahamani che avrebbe potuto con un’autorete portare il punteggio sul 2-2. 

Il primo tempo si chiude con i ragazzi di Allegri che sembrano poter tentare il recupero.

Il secondo tempo

Nella ripresa la musica non cambia: i bianconeri provano a spaventare gli avversari su palla inattiva, mentre gli azzurri sfruttano le praterie lasciate dalla Juve. Osimhen infatti si libera agevolmente di un Alex Sandro troppo leggero, e impegna Szczesny in una deviazione in angolo. Proprio da quel corner nasce il 3-1 di Rrahamani su una ribattuta molto timida della difesa. 

Allegri sostituisce Locatelli e Milik con Paredes e Kean ma la squadra sbanda con Bremer in bambola totale. Ormai in campo c’è solo una squadra, quella di Spalletti, che fa il bello e il cattivo tempo, e segna altre due volte. Ancora una due i gol di Osimhen e il quinto gol di Elmas, oltre ad altre occasioni sprecate che avrebbero umiliato ancora di più la Juve. 

Finalmente l’arbitro Doveri fischia la fine, il Maradona impazzisce di gioia mentre i bianconeri subiscono una lezione di calcio impressionante. Erano 30 anni che la Juve non subiva 5 gol. Le otto vittorie consecutive avevano illuso e nascosto i problemi della squadra che il Napoli ha impietosamente riportato allo scoperto. Adesso sono 10 i punti che dividono le due squadre, ma il divario sembra molto più ampio e difficilmente la Juve vista l’altra sera appare in grado di colmarlo  

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Euro 2024: 3^ giornata – gruppo A, passano Germania e Svizzera

di Marcello Baldi – Archiviata la terza giornata della fase a gironi...

Euro 2024: 2^ giornata – gruppo E, Belgio-Romania 2-0

di Andrea Cesarini – Nella gara del Rhein Energie Stadion di Colonia...

Euro 2024: 2^ giornata, risultati gruppo F

di Edoardo Colletti- Nella seconda giornata del gruppo F il Portogallo surclassa...

Euro 2024: 2^ giornata, risultati gruppo D

di Marco Schiacca – La seconda giornata del gruppo D va in...