sabato , 15 Giugno 2024
Home Primo piano Numeri & Statistiche: Roma, segnati 2 gol in 6 minuti dopo 20 anni
Primo pianoRubricheTutte le news

Numeri & Statistiche: Roma, segnati 2 gol in 6 minuti dopo 20 anni

Abraham torna al gol all'Olimpico dopo 11 mesi

Di Marco Schiacca – Sono bastati 6 minuti alla Roma per battere l’Empoli e per incassare i 3 punti che collocano momentaneamente i giallorossi al secondo posto in classifica appaiati all’Inter, in attesa delle altre gare che completeranno la ventunesima giornata.

Una vittoria maturata in 6 minuti

Dopo il turn-over di coppa, il tecnico portoghese è tornato a puntare sull’affidabilità, confermando il trio difensivo Mancini-Smalling-Ibanez, riconsegnando il centrocampo alla stazza e all’esperienza di Matic e Cristante (ieri alla sua gara numero 150 in Serie A con la Roma), affidando le fasce a chi per ora sembra offrire maggiore garanzia e freschezza, Zalewski e El Shaarawy, e assegnare i compiti più offensivi al trio con maggior cifra tecnica composto da Pellegrini e Dybala alle spalle di Abraham.

Quello della squadra di Mourinho è stato un avvio pieno di rabbia e aggressività, la sensazione è stata quella di volersi scrollare di dosso da subito le scorie della nefasta serata di Coppa Italia con la Cremonese, costata alla Roma l’eliminazione dalla competizione.

E così al via subito grossa pressione che si è tramutata in 3 corner nei primi 6 minuti di gioco, 2 dei quali hanno fruttato i gol decisivi ai fini del risultato di Ibanez e Abraham; 7 fino ad ora i gol da corner, 12 quelli da palla inattiva, il 42,8% sul totale di 28 segnati dalla Roma in campionato.

Per una buona mezz’ora la squadra di Mourinho ha mantenuto gli stessi ritmi dell’avvio, ha più volte rischiato di arrotondare il bottino di reti esaltando a tratti la bravura del portiere dell’Empoli Vicario.

Secondo tempo in totale controllo

All’inizio della ripresa è stata ancora la Roma a rendersi pericolosa chiamando ancora una volta l’estremo difensore di Zanetti ad un triplice poderoso intervento nella stessa azione: prima El Shaarawi, poi Matic e infine Abraham, hanno trovato davanti a loro un muro a negargli la terza segnatura.

Da quel momento in poi la Roma è sembrata voler controllare la gara, poche le iniziative frutto di ripartenze, palla all’Empoli e vetrina per il giovane Baldanzi (classe 2003) che ha messo in mostra con la freddezza di un veterano, tutto il suo potenziale.

L’andamento della gara non ha preoccupato più di tanto Mourinho che ha effettuato il suo primo cambio al minuto 70 sostituendo Dybala (contusione alla zona lombare) con Bove.

L’Empoli nonostante i cambi, non ha impegnato mai troppo Rui Patricio che sicuramente non ricorderà la gara contro i toscani come una tra le più impegnative della sua carriera.

Al tramonto della gara gli altri cambi, Celik per El Shaarawy, Belotti per Pellegrini e il nuovo arrivato Llorente per Zalewski.

Due gol in sei minuti, non accadeva da 20 anni

Era dal 16 gennaio 2000 che la Roma non riusciva a segnare 2 reti in 6 minuti in una partita di campionato; anche in quel caso si giocò all’Olimpico, l’avversario fu il Verona e ci pensarono Montella e una autorete di Apolloni a mettere sul 2-0 la gara dopo 6 minuti.

Alla fine quella gara, che verrà ricordata come quella di esordio di Hidetoshi Nakata con la Roma, si chiuse con un 3-1 grazie anche alle reti di Salvetti e Totti.

Dopo 11 mesi Abraham in gol all’Olimpico

Altra nota sicuramente positiva per la Roma, il 6° gol in campionato per Tammy Abraham, il 7° stagionale; l’attaccante inglese non segnava un gol in Serie A all’Olimpico da 321 giorni, l’ultima volta che ci era riuscito aveva rifilato una doppietta alla Lazio nel derby di ritorno dello scorso campionato.  

Ancora assist per Dybala

Paulo Dybala, sostituito per un colpo al costato, non è riuscito a segnare ma ha fornito 2 assist che lo portano ad un totale di 7 in questa stagione e, con i 10 gol realizzati, le sue partecipazioni attive alle reti della Roma sono in tutto 17 in 20 gare fin qui disputate.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Euro 2024: 1^ giornata – gruppo A, Germania-Scozia 5-1

di Marcello Baldi – Nella gara d’esordio di Euro2024, la Germania vince...

Calcio stra-ordinario: il derby di Mostar

di Andrea Iustulin – Il derby di Mostar, conosciuto anche come “Vječiti...

Allenatori: Udinese, panchina a Runjaic

Dopo la separazione con Fabio Cannavaro, l’Udinese ha scelto di affidare al...

Euro 2024: presentato il pallone ufficiale

di Andrea Cesarini – Si chiama Fussballiebe, in tedesco “amore per il...