mercoledì , 17 Aprile 2024
Home Primo piano UEL: alla Roma il primo atto contro la Real Sociedad
Primo pianoTutte le news

UEL: alla Roma il primo atto contro la Real Sociedad

Il ritorno tra sette giorni a San Sebastiàn

di Andrea Cesarini – La Roma batte la Real Sociedad 2-0 nella partita di andata degli ottavi di finale di Europa League e diventa la favorita per il passaggio del turno. Il match di ritorno tra 7 giorni a San Sebastiàn a tre giorni dal derby contro la Lazio.
Nel 2023 la squadra di Mourinho ha concluso 8 delle 9 partite disputate in casa con la porta inviolata.

La partita

La Roma scende in campo con il consueto 3421. Mourinho sceglie l’esordiente Llorente al posto dello squalificato Ibanez e El Shaarawy a sinistra. I baschi rispondono con un 442 con il rombo a centrocampo e con il “vecchio” Silva insieme al gigante norvegese Sorloth. Il tecnico Alguacil lascia fuori a sorpresa la stella della squadra Mikel Oyarzabal.

I giallorossi partono attenti e la manovra risulta un po’ compassata. I primi dieci minuti vedono uno sterile predominio spagnolo ma per gli oltre 60 mila dell’Olimpico nemmeno un brivido.

Il gol della Roma arriva improvviso al 12’. Dybala parte dalla trequarti difensiva, fa trenta metri palla al piede e tocca per Abraham al limite dell’area avversaria. Scatto dell’inglese e cross sul secondo palo dove El Shaarawy ha seguito l’azione. Tiro di esterno destro al volo e giallorossi in vantaggio. La risposta spagnola non si fa attendere. Al 21’ il furetto giapponese Kubo supera prima un Pellegrini troppo morbido sulla destra e poi Llorente ma il suo tiro si infrange sulla base del palo alla sinistra di Rui Patricio.

La Real Sociedad mantiene il controllo del gioco ma non punge e così le due occasioni migliori sono ancora di marca romanista. Al 30’ è ancora Dybala a imperversare sulla destra, il suo sinistro è destinato sul fondo ma Pellegrini interviene al volo in scivolata e devia la palla oltre la traversa. Al 41’ il portiere spagnolo Remiro si addormenta con la palla tra i piedi, il contrasto con Abraham fa carambolare la palla sulla testa di Dybala che non riesce a coordinarsi e spedisce sul fondo a porta vuota.

La prima frazione si chiude tra gli applausi del pubblico dell’Olimpico.

La ripresa si apre con Kumbulla che prende il posto di Llorente, vittima di un risentimento muscolare. Al 55’ Rui Patricio si esalta e devia in corner un gran tiro di Rico dai 25 metri. Sul corner seguente scontro di testa tra Zubeldia e Pellegrini: il romanista ha la peggio ed è costretto a uscire dal campo sostituito da Wijnaldum. Ancora una prova sottotono per il capitano giallorosso. Mourinho richiama in panchina anche El Shaarawy e Abraham per Spinazzola e Belotti. Al 67’ è proprio l’attaccante ex Torino a colpire il palo con un diagonale al termine di una bella azione personale avviata da un lancio di Mancini.

All’86’ arriva il raddoppio della Roma. Calcio d’angolo dalla sinistra battuto magistralmente da Dybala, terzo tempo perfetto di Kumbulla che di testa insacca alle spalle di Remiro.
Con i tifosi in delirio l’argentino lascia il campo sostituito da Bove scelto da Mourinho per contenere i baschi nei quattro minuti finali più i 6’ di recupero decretati dall’arbitro svizzero Scharer.

Il tabellino

Roma – Real Sociedad 2-0

Roma (3-4-2-1): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Llorente (1′ st Kumbulla); Karsdorp, Cristante, Matic, El Shaarawy (16′ st Spinazzola); Dybala (45′ st Bove), Pellegrini (16′ st Wijnaldum); Abraham (16′ st Belotti). A disp.: Boer, Svilar, Celik, Camara, Zalewski, Volpato, Tahirovic. All.: Mourinho

Real Sociedad (4-4-2): Remiro; Gorosabel (39′ st Turrientes), Zubeldia, Le Normand, Rico; David Silva (38′ st Sola), Zubimendi, Merino, Illarramendi (30′ st Mendez); Kubo (30′ st Cho), Sorloth (22′ st Oyarzabal). A disp.: Zubiaurre, Barrenetxea, Carlos Fernandez, Munoz, Guevara, Navarro, Pacheco. All.: Alguacil

Arbitro: Scharer

Marcatori: 13′ El Shaarawy (R), 42′ st Kumbulla (R)

Ammoniti: Matic (R), Illarramendi, Zubeldia, Gorosabel, Zubimendi, Oyarzabal (RS)

Le dichiarazioni post partita

MOURINHO –  “Era molto difficile giocare contro il rombo dei baschi. Dovevamo avere una mentalità forte, soprattutto senza il controllo del pallone. secondo gol può essere importante ed è arrivato in un momento in cui poi dovevamo solamente controllare”. Soddisfazione anche per l’ennesimo clean sheet: “E’ merito della squadra. Non conosco una squadra che non difende da squadra.  Puoi avere i migliori al mondo, ma se non difendi da squadra vai in difficoltà. Da Rui Patricio a Dybala hanno lavorato tutti, nessuno escluso. Il lavoro Dybala dal punto di vista difensivo dice tutto”. Sul risultato il portoghese è rimasto cauto e un pizzico scaramantico: “Il 2-0 è un risultato buono se non perdiamo con tre gol di scarto al ritorno. Non dirò mai che è stato un ottimo risultato”. Sul futuro prossimo Mourinho si è concesso una battuta “Ora c’è il Sassuolo, Dionisi sta a casa tranquillo a bere un’acqua frizzante ma ce la giocheremo

MATIC – Soddisfatto anche il migliore in campo: “Abbiamo fatto una bella partita contro una squadra molto forte, che è quarta in Spagna. È stato difficile, ma abbiamo giocato molto bene e difeso ottimamente. Siamo molto felici”. Su Mourinho: “Ci aiuta molto, ha preparato molto bene questa partita. Sapevamo ciò che poteva fare la Real Sociedad. È stata una vittoria di squadra”.

EL SHAARAWY – Il goleador di serata commenta così il suo gol: “. E’ stato un gol molto simile a quello segnato contro il Napoli, è un’azione che ci riesce spesso. Bisogna crederci, ne ho fatto diversi così. Quando la palla è sul fondo il difensore non se lo aspetta più. Non era facilissimo segnare, è stata una bella azione. La solidità fa parte della nostra forza mentale, siamo un gruppo che si aiuta a vicenda. Non sempre dimostriamo di avere qualità ma queste partite è importante vincerle, così come era capitato contro la Juventus. La vittoria di oggi è importante perché ci dà continuità dopo quella in campionato.

KUMBULLA –  “Emozione indescrivibile. È sempre stato un mio obiettivo segnare sotto la Sud, avevo segnato sotto la Nord, ma questo ha un sapore diverso. Spero che il mio gol serva per il ritorno. Buon risultato oggi”.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

UCL: ritorno quarti, passano PSG e Borussia Dortmund

di Andrea Cesarini – Sarà Borussia Dortmund-PSG la prima semifinale di Champions...

Serie A: 32^ giornata, curiosità statistiche 

di Marco Schiacca – Nel programma della 32^ giornata del campionato di Serie...

Lazio: Felipe Anderson annuncia l’addio

Ora è ufficiale: si chiuderà a giugno la storia di Felipe Anderson...

Serie A: 32^ giornata, i posticipi di lunedì

Due i posticipi in programma nel lunedì del 32^ turno di Serie...