giovedì , 22 Febbraio 2024
Home Primo piano Euro2024: l’Italia parte male, cede 1-2 all’Inghilterra
Primo pianoTutte le news

Euro2024: l’Italia parte male, cede 1-2 all’Inghilterra

Gol all'esordio per Retegui, ma non basta

di Marcello Baldi – Non parte bene il cammino dell’Italia alle qualificazioni di Euro2024. Con un “Diego Armando Maradona” gremito, gli Azzurri di Roberto Mancini cedono all’Inghilterra di Southgate perdendo con il risultato di 2-1. Italia che si schiera con il classico 4-3-3: Donnarumma tra i pali, Di Lorenzo e Spinazzola i due terzini, con Acerbi e Toloi a completare il reparto. Centrocampo a 3 con i titolatissimi Verratti, Jorginho e Barella. Davanti l’esordiente Mateo Retegui, novità assoluta tra le convocazioni del CT, supportato da Mimmo Berardi e Lorenzo Pellegrini, schierato nel ruolo di ala sinistra.

Il tributo a Vialli

Momento di grande commozione prima del fischio di inizio della partita, quando l‘intero stadio ha ricordato Gianluca Vialli, scomparso lo scorso 6 gennaio.

Come anticipato, la Nazionale azzurra è scesa in campo con una maglia speciale: sul colletto era riportata la scritta “Luca azzurro per sempre”, stessa scritta proiettata con un suggestivo gioco di luci sul prato del Maradona. Mentre sul maxi-schermo scorrevano le immagini di Luca Vialli con la coppa vinta agli Europei del 2021, nella finale di Wembley proprio contro l’Inghilterra

Tra i più commossi il ct Roberto Mancini, che lo aveva voluto capo-delegazione della Nazionale italiana.

La partita

Dopo un inizio apparentemente propositivo da parte degli Azzurri, caratterizzato da una buona fase di pressing, sono gli inglesi prendere decisamente in mano il pallino del gioco. Gli ospiti sbloccano il match appena al minuto 13’: su una ribattuta in area sul tiro di Kane, il più lesto di tutti è Declan Rice. Il capitano West Ham, praticamente a porta sguarnita, non deve far altro che spingere la palla in porta. I “Tre Leoni” di Southgate diventano assoluti padroni del campo.

Sul finale di secondo tempo arriva anche il raddoppio degli ospiti. Su una palla crossata in area, Di Lorenzo interviene con la mano. Il consulto VAR non lascia scampo al terzino del Napoli: calcio di rigore di cui si incarica il capitano Harry Kane. Dagli undici metri il centravanti è implacabile: spiazza Donnarumma e diventa così il miglior marcatore della storia della Nazionale inglese, superando Wayne Rooney con 54 gol. Un primo tempo caratterizzato anche dall’eccessiva leggerezza in attacco. Unica nota lieta Verratti, con un Jorginho “da compitino”, appena sufficiente e un Barella poco pulito nelle giocate.

Nella ripresa cambia il copione. Gli Azzurri aggrediscono fin da subito gli avversari nel tentativo di accorciare subito le distanze. Retegui ci prova da lontano senza successo: il tiro finisce in curva. Ma è soltanto il preludio del gol. La scelta di schierarlo dal 1’ e inserire Lorenzo Pellegrini come ala, alla fine, premiano il CT: il capitano della Roma serve l’italo-argentino, che controlla in area e batte Pickford con freddezza, piazzando con il destro.

Buon segnale da parte degli undici di Mancini che però, per la restante mezz’ora, fatica a trovare la conclusione verso la porta. Gli inglesi rimangono in 10 per la doppia ammonizione di Shaw, ma nonostante questo il risultato rimane lo stesso fino al termine dei novanta minuti. Sul finale, gli Azzurri reclamano un calcio di rigore per una trattenuta in area su Di Lorenzo, cercato dal cross di Tonali. L’arbitro, il serbo Jovanovic in serata discutibile, lascia però proseguire.

Domenica 26, alle ore 20.45, la seconda sfida contro Malta, sconfitta questa sera per 2-1 dalla Macedonia del Nord. Un appuntamento in cui gli Azzurri non potranno assolutamente fallire.

Il tabellino

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Toloi, Acerbi, Spinazzola; Verratti, Jorginho, Barella; Berardi, Retegui, Pellegrini. Allenatore: Mancini
A disposizione: Falcone, Meret, Darmian, Gnonto, Scamacca, Pessina, Emerson, Scalvini, Cristante, Politano, Tonali, Romagnoli

INGHILTERRA (4-3-3): Pickford; Walker, Stones, Maguire, Shaw; Philips, Rice, Bellingham; Saka, Kane, Grealish. Allenatore: Southgate
A disposizione: Ramsdale, Forster, Trippier, Henderson, Dier, Chilwell, James, Guéhl, Gallagher, Foden, Maddison. Toney.

Marcatori: 13′ Rice (IN), 44′ rig. Kane (IN), 56′ Retegui (IT)

Arbitro: Srdjan Jovanovic (Serbia)

Ammoniti: Rice (IN), Grealish (IN), Walker (IN), Shaw (IN), Maguire (IN), Jorginho (IT)
Espulsi: all’81’ Shaw (IN)

Le dichiarazioni post partita

MANCINI (RAI) – “Sapevamo fosse una partita difficile ma abbiamo preso due gol su calcio d’angolo. Nel secondo tempo abbiamo dominato pareggio sarebbe stato giusto. Siamo andati a pressare meglio, siamo stati un po’ più alti ed ho visto una grande nazionale. La partita si è complicata, ma avremmo meritato. Retegui? È arrivato qui ed è stato con noi 3 giorni. Deve conoscere il nostro calcio. Ha avuto difficoltà contro i loro difensori, ma si è mosso meglio nella ripresa”.

GNONTO (RAI) – “Mi aspettavo questo tipo di partita. Loro sono una delle migliori Nazionali, ma anche noi abbiamo dimostrato di poter fare bene. L’Italia non crede nei suoi ragazzi? Io sono andato in Premier e sto dimostrano il mio valore. Sicuramente domenica cercheremo di vincere. Se facciamo vedere quello che siamo non credo avremo problemi”.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

UEL: playoff ritorno, Rennes-Milan 3-2 ma passano i rossoneri

di Simone Palma – La partita Allo stadio Roazhon Park Il Milan,...

UCL: Napoli-Barcellona 1-1, Osimhen risponde a Lewandowski

Esordio da brivido per Francesco Calzona che si siede per la prima...

UCL: Porto-Arsenal 1-0, Galeno risolve al 94′

di Gianluca Stanzione – All’Estadio do Dragào, il Porto di Sergio Conceicao...

Aia: gli arbitri della 26^ giornata di Serie A

L’AIA ha reso note le designazioni arbitrali per la 26^ giornata di...