giovedì , 13 Giugno 2024
Home Primo piano Serie A: presentazione della 28^ giornata
Primo pianoTutte le news

Serie A: presentazione della 28^ giornata

Grande attesa per Napoli-Milan. L'Inter ospita la Fiorentina

Foto sito Lega Serie A

di Tiziano Dipanati – Alle spalle la sosta per le nazionali, riparte la Serie A con il 28° turno. Il Napoli, primo in classifica, ospiterà il Milan, che cercherà l’impresa per mantenere un posto tra le prime quattro. Per la lotta Champions League, la Lazio sarà a Monza, mentre l’Inter giocherà in casa contro la Fiorentina. A rincorrere ci sono Atalanta, che sarà in trasferta a Cremona, e Roma, che attende la Sampdoria. All’Allianz Stadium andrà in scena Juventus-Verona, mentre nelle zone basse spicca lo scontro salvezza tra Spezia e Salernitana.

Cremonese-Atalanta (sabato 1 aprile ore 15:00)

La Cremonese è ultima in classifica, e cercherà di sfruttare queste ultime occasioni per poter sperare in una miracolosa salvezza. L’Atalanta, a soli tre punti dalla zona Champions, potrebbe approfittare dell’impegno del Milan al Maradona per tornare seriamente a candidarsi per un posto tra le prime quattro.

Per i padroni di casa, con Ferrari e Chiricheș out, a comporre la linea difensiva ci saranno Aiwu, Bianchetti e Vásquez. Sernicola e Valeri prenderanno posto sulle fasce, mentre a centrocampo i titolari saranno Pickel, Meité e Benassi. Con Okereke in dubbio, in attacco potrebbero essere riconfermati Tsadjout e Dessers, ma prende quota l’ipotesi Ciofani dall’inizio.

Per i bergamaschi potrebbe non farcela Koopmeiners, che sarebbe eventualmente sostituito da Éderson al fianco di De Roon. In difesa il terzetto sarà Palomino-Scalvini-Toloi, e le fasce saranno presidiate da Maehle e Zappacosta. Pašalić dovrebbe essere preferito sulla trequarti, mentre ci sono dubbi per la coppia d’attacco: prende piede l’ipotesi Muriel-Zapata, ma scalpitano Højlund e Lookman.

Inter-Fiorentina (sabato 1 aprile ore 18:00)

L’Inter è uscita sconfitta dal match contro la Juventus, perdendo così il secondo posto in classifica. Si avvia ora ad un match per nulla scontato, contro la miglior Fiorentina della stagione e proveniente da quattro vittorie consecutive.

Per i nerazzurri recuperano Bastoni e Gosens che saranno in campo dal 1′. Complici le assenze di Škriniar e Dimarco, la linea difensiva sarà completata da Acerbi e Darmian. Dato l’infortunio rimediato da Çalhanoğlu n nazionale, il centrocampo sarà composto da Barella, Mkhitaryan e Brozović, mentre in attacco ballottaggio Correa-Lautaro Martínez per affiancare Lukaku.

Tra i viola, pochi dubbi in difesa, con Dodô, Igor, Milenković e Biraghi a completare il pacchetto. A centrocampo, insieme ad Amrabat e Bonaventura, ci sarà uno tra Barák e Mandragora. Con Jović assente, sarà Cabral il terminale offensivo, mentre Saponara e Nico González restano in vantaggio sugli esterni.

Juventus-Verona (sabato 1 aprile ore 20:45)

All’Allianz Stadium, la Juventus vuole proseguire la sua corsa verso l’Europa che conta, e la vittoria di San Siro contro l’Inter dimostra che la squadra di Allegri ha tutte le carte in regola per un importante finale di campionato. Il Verona, terzultimo, cercherà il risultato in tutti i modi per sperare ancora in una permanenza in Serie A, in attesa del match tra Spezia e Salernitana.

I bianconeri dovranno valutare Bonucci, ma recuperano Alex Sandro, che partirà però dalla panchina. I tre di difesa dovrebbero quindi essere Danilo, Bremer e Gatti. Allegri perde Rabiot e Paredes per squalifica, e a centrocampo l’ipotesi Locatelli-Fagioli-Miretti è quella più accreditata. Nulla di serio per Kostić che aveva riportato un problema al tendine d’Achille con la nazionale, e sarà dunque arruolabile. Non convocato invece Chiesa per precauzione. Davanti potrebbe tornare titolare Kean, al fianco di uno tra Vlahović e Milik.

Il Verona può contare sul ritorno di Hien nel reparto arretrato, ma dovrà fare a meno di Coppola, squalificato. La mediana dovrebbe essere composta da Veloso e Tameze, mentre le fasce saranno occcupate da Faraoni e Doig. Sulla trequarti, possibile impiego di Lasagna e Duda se non dovesse farcela Lazović. La punta sarà Gaich.

Bologna-Udinese (domenica 2 aprile ore 12:30)

Il Bologna cerca la reazione dopo la sconfitta col Torino e il pareggio con la Salernitana, e lo fa ospitando l’Udinese in netta ripresa, tornata a vincere negli ultimi due turni di campionato

I padroni di casa recuperano pezzi importanti come Zirkzee, Skorupski e Domínguez. Per quest’ultimo, a centrocampo, rimane comunque il ballottaggio con Moro. La linea della trequarti potrebbe essere composta da Orsolini, Ferguson e Kyriakopoulos, mentre Barrow dovrebbe essere il sostituto dell’infortunato Arnautović nel reparto offensivo.

Emergenza in difesa per l’Udinese, dove sono squalificati Pérez e Becão e sarà assente Ebosse. Occasione per Masina, Ebosele e il recuperato Bijol. Assente anche Walace (fermato per un turno dal giudice sportivo) a centrocampo, dove ci saranno Arslan, Lovric e Samardžić. Davanti, preferito Beto a discapito di Thauvin e Success. Pereyra a sostegno della punta.

Monza-Lazio (domenica 2 aprile ore 15:00)

Il Monza, in una rassicurante posizione di classifica, ospita la Lazio, che cerca di mantenere il secondo posto per un’importantissima qualificazione in Champions. I biancocelesti arrivano da un’esaltante vittoria nel derby della capitale, e Sarri non accetterà né cali di concentrazione, né alcun tipo di segnale di appagamento nella prossima partita.

Tra i padroni di casa, squalificati Izzo e Pessina, che saranno sostituiti rispettivamente da Marlon e Machín. Insieme a quest’ultimo, a centrocampo ci sarà Sensi, con Birindelli e Carlos Augusto sugli esterni. Davanti, sono in tre a giocarsela per due posti: Petagna, Caprari e Dany Mota.

Con Marusić squalificato, Lazzari dovrebbe ricoprire il ruolo di terzini destro, andando a completare il reparto arretrato insieme a Casale, Romagnoli e Hysaj. Centrocampo a tre con Cataldi in regia e i soliti Milinković-Savić e Luis Alberto. Davanti, si rivede Immobile, che sarà supportato da Zaccagni e Anderson.

Spezia-Salernitana (domenica 2 aprile ore 15:00)

Scontro di bassa classifica tra Spezia e Salernitana, che si trovano ora al quartultimo e al quintultimo posto. Le due squadre hanno la possibilità di allungare sul Verona, e nel caso di sconfitta di questi ultimi, per liguri e campani potrebbe essere prezioso anche un pareggio.

Semplici dovrà fare a meno dello squalificato Nzola, con Shomurodov pronto a sfruttare l’occasione in attacco insieme a Gyasi e Verde. Tornano invece disponibili Holm e Bastoni, con il primo che è in ballottaggio con Amian sulla destra, e con il secondo che potrebbe prendere il posto dell’infortunato Reca sulla sinistra.

Per la Salernitana, Ochoa in vantaggio per la porta. Ampia scelta in difesa con i recuperi di Fazio e Troost-Ekong, che dovrebbero però partire dalla panchina per lasciare ancora spazio al terzetto Daniliuc, Pirola e Gyömbér. Maggiore insidia Bohinen a centrocampo, mentre in attacco resta vivo il ballottaggio Dia-Piątek.

Roma-Sampdoria (domenica 2 aprile ore 18:00)

Dopo la nervosa sconfitta nel derby contro la Lazio, la Roma vuole ritrovare la vittoria davanti al suo pubblico, per poter tentare il sorpasso al Milan. Davanti, però, c’è una Sampdoria in cerca di punti salvezza, che ha cambiato marcia e che ha ritrovato la via del gol dopo i tanti problemi avuti in zona d’attacco.

Giallorossi senza gli squalificati Ibañez, Mancini, Kumbulla e Cristante, e quindi con grossi problemi in difesa. Insieme a Smalling dovrebbero dunque esserci Çelik e Llorente. Coppia di centrocampo formata da Matić e Wijnaldum, e Pellegrini a sostegno di Dybala e Belotti. Sugli esterni, Zalewski e Spinazzola.

La Sampdoria dovrà fare a meno di Nuytinck (squalificato) e dell’affaticato Günter: occasione per Murillo in difesa. Torna Rincón, ma a centrocampo sembrano essere in vantaggio Léris, Winks e Cuisance. Recuperato anche Lammers, che però dovrebbe partire dalla panchina, con il solo Gabbiadini a guidare l’attacco. In porta, ancora Turk.

Napoli-Milan (domenica 2 aprile ore 20:45)

Napoli e Milan saranno avversarie nei quarti di Champions, ma nel frattempo c’è uno scontro di campionato da affrontare. I partenopei corrono in solitaria in vetta alla classifica, mentre i rossoneri faticano a mantenere ritmi alti e sanno che il loro quarto posto è seriamente a rischio in questa giornata.

Spalletti dovrebbe schierare i soliti titolari di difesa, con Olivera in vantaggio su Mário Rui a sinistra. Centrocampo presidiato da Lobotka, Anguissa e Zieliński. Davanti, assente per infortunio Osimhen, che sarà sostiutito da Simeone. Lozano e Kvaratskhelia gli esterni offensivi.

Dato l’infortunio di Kalulu, il Milan potrebbe rispolverare la difesa a quattro, con Tomori e uno tra Thiaw e Kjaer come centrali. Calabria e Theo Hernández esterni. In mediana, Tonali e Bennacer, e Krunić trequartista. Giroud sarà l’unica punta, col supporto dalle fasce di Leão e Díaz.

Empoli-Lecce (lunedì 3 aprile ore 18:30)

Empoli e Lecce non hanno molto da giocarsi, se non una tranquilla salvezza in Serie A. Le due squadre si trovano infatti a nove e a otto punti dal terzultimo posto, e questa potrebbe essere una buona occasione per allungare questa distanza. Sia i toscani che i pugliesi non vengono da un buon periodo, ma sanno che per evitare brutte situazioni nel finale di campionato, dovranno invertire il trend.

Mister Zanetti non recupera Vicario, e schiererà dunque ancora Perisan tra i pali. Recuperato Ismajli, dovrebbe comunque essere preferito De Winter in difesa al fianco di Luperto. Davanti, Caputo e Satriano sostenuti da Baldanzi.

Per il Lecce, squalificati Maleh e Umtiti, con il difensore che lascerà il posto a Tuia al fianco di Baschirotto. Hjulmand in regia, con González e Blin ai lati. Davanti, confermati Strefezza e Di Francesco, mentre è vivo il ballottaggio Colombo-Ceesay.

Sassuolo-Torino (lunedì 3 aprile ore 20:45)

Scontro di centroclassifica tra Sassuolo e Torino, con gli emiliani a caccia della quinta vittoria consecutiva, e piemontesi in cerca di riscatto dopo il pesante 0-4 subìto in casa contro il Napoli.

I padroni di casa potrebbero tenere in panchina Ferrari, con Tressoldi ed Erlić titolari al centro della difesa. Centrocampo con Maxime Lopez, Henrique e Frattesi, e in attacco conferma per Pinamonti con Laurienté e Berardi.

Per i granata, da valutare le condizioni di Miranchuk, Vieira e Karamoh. Nel terzetto di difesa si va verso la conferma di Gravillon, Schuurs e Buongiorno con le fasce presidiate da Singo e Rodríguez. Complice un problema alla caviglia per Ilić, Ricci e Linetty reggeranno il centrocampo, mentre alle spalle di Sanabria unica punta, pronti Radonjić e Vlasić.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Allenatori: Milan, Ibra annuncia Fonseca

Paulo Fonseca è il nuovo allenatore del Milan, lo ha annunciato Zlatan Ibrahimovic nel...

Allenatori: Verona, arriva Paolo Zanetti

E’ Paolo Zanetti il nuovo allenatore dell’Hellas Verona, lo ha annunciato il...

Allenatori: Juventus, ecco Thiago Motta

Ora è ufficiale: Thiago Motta è il nuovo allenatore della Juventus. L’ex...

Allenatori: Monza, ufficializzato Nesta

Alessandro Nesta è il nuovo allenatore del Monza. E’ l’ex difensore del...