lunedì , 24 Giugno 2024
Home Primo piano Serie A: presentazione della 30^ giornata
Primo pianoTutte le news

Serie A: presentazione della 30^ giornata

Il Napoli cerca la reazione contro il Verona. Spezia-Lazio e Roma-Udinese per il sogno Champions

Foto sito Lega Serie A

di Tiziano Dipanati – La 30^ giornata di Serie A è alle porte con alcune situazioni di classifica ancora incerte e altre più delineate. Al Maradona arriva il Verona, che cercherà di strappare qualche punto a un Napoli primo in classifica. Per assicurarsi un posto in Champions League, la Lazio giocherà a La Spezia, mentre la Roma attende l’Udinese. Nella lotta al quarto posto, il Milan sarà in trasferta a Bologna e l’Inter cerca la vittoria casalinga contro Il Monza. Sassuolo-Juventus e Fiorentina-Atalanta per Europa League e Conference.

Cremonese-Empoli (venerdì 14 aprile ore 18:30)

La Cremonese ha ottenuto la sua seconda vittoria in campionato nella scorsa giornata contro la Sampdoria, ma la sua situazione di classifica non è certamente rassicurante per poter sperare nella permanenza nella massima serie. L’Empoli arriva invece da due risultati utili consecutivi, e per mantenere le distanze dalle ultime tre della classe cercherà di strappare punti in questa trasferta.

Tra gli uomini di Ballardini, sotto osservazione Chiricheș e Ciofani, mentre è recuperato Okereke che dovrebbe partire dalla panchina. Di ritorno anche Benassi, che potrebbe essere schierato a centrocampo insieme a Pickel Meïté. Davanti, pronti Dessers e Tsadjout. Out per squalifica Bianchetti, che sarà rimpiazzato in difesa da Lochoshvili.

Ancora Vicario in dubbio per l’Empoli, con Perisan sempre in pole per prendere posto tra i pali. Non al meglio Akpa-Akpro, con Marin, Fazzini e Bandinelli pronti a occupare il centrocampo. Baldanzi di nuovo sulla trequarti a sostegno di Caputo e Piccoli.

Spezia-Lazio (venerdì 14 aprile ore 20:45)

Lo Spezia è riuscito a fermare la Fiorentina nell’ultimo turno di campionato, e non ha nessuna intenzione di arrestare la sua corsa verso la salvezza. Davanti ci sarà la Lazio, che ha confermato il suo stato di forma contro la Juventus e si trova da sola al secondo posto.

I liguri dovranno fare a meno dello squalificato Bastoni, ma sperano nei recuperi di Caldara e Agudelo. Semplici ragiona sull’impiego di Maldini dall’inizio nel tridente con Nzola e Gyasi, con Shomurodov e Verde pronti dalla panchina.

Per i biancocelesti, confemati invece gli undici che hanno battuto la Juve. Sarà dunque di nuovo titolare Immobile nel tridente insieme a Zaccagni e Anderson, con Pedro pronto alla staffetta con l’attaccante italiano.

Bologna-Milan (sabato 15 aprile ore 15:00)

Il Bologna ha confermato di essere una delle sorprese più importanti della Serie A battendo l’Atalanta a Bergamo nello scorso match. La classifica dei rossoblu tiene acceso nella tifoseria il sogno Conference League, e ci sono ancora molte partite a disposizione per rendere questo sogno realtà. Al Dall’Ara arriva il Milan, che dopo aver dato segni di ripresa nella roboante vittoria per 4-0 contro il Napoli, è stato fermato in casa dall’Empoli. In campionato i rossoneri sono ora quarti in classifica, ma la vittoria ottenuta nell’andata dei quarti di Champions può sicuramente rivelarsi un’importante spinta emotiva.

Diverse le defezioni per il Bologna. Oltre ad Arnautović, saranno assenti anche Soriano e Cambiaso, e non potrà essere della partita neanche Orsolini, che dovrà scontare un turno di squalifica. Thiago Motta schiererà dunque ancora Sansone come falso nueve, con Aebischer e Barrow sugli esterni. Ferguson pronto sulla trequarti. Moro e Schouten in vantaggio per la mediana.

Ipotesi turnover invece per il Milan, con Kjaer, Tomori, Hernández, Díaz e Giroud che rischiano di partire dalla panchina. Thiaw, Saelemaekers e Origi scalpitano per un posto dal 1′. Recuperato anche Kalulu.

Napoli-Verona (sabato 15 aprile ore 18:00)

Il Napoli è tornato alla vittoria in campionato contro il Lecce per proseguire la sua corsa solitaria verso lo scudetto, ma la sconfitta contro il Milan ottenuta in Champions evidenzia la leggera flessione dei partenopei in questo periodo. Il Verona, al terzultimo posto, va incontro a una delle partite più difficili della stagione, ma dovrà giocarsela come fosse una finale per poter sperare di portare a casa almeno un punto.

Spalletti potrebbe rilanciare Juan Jesus accanto a Kim, con Mário Rui e Di Lorenzo sugli esterni. A centrocampo, potrebbero rifiatare Lobotka e Zieliński a favore di Elmas e Demme. Si monitora ancora Osimhen, che contro il Verona spera di mettere qualche minuto sulle gambe. Pronti Raspadori, Kvaratskhelia e Politano per l’attacco.

Per Zaffaroni, squalificati Veloso e Magnani. Quest’ultimo sarà sostituito in difesa da Dawidowicz. Linea di centrocampo composta da Tameze e Duda, con Faraoni e Doig sugli esterni. Djurić in vantaggio su Gaich come unica punta. Da valutare invece le condizioni di Lazović.

Inter-Monza (sabato 15 aprile ore 20:45)

L’Inter è reduce da un importante successo in Champions League contro il Benfica, e si trova ora con un piede in semifinale. La situazione in campionato è però del tutto diversa: sono dieci le sconfitte subite dai nerazzurri, e in classifica si trovano ora quinti. Davanti c’è il Monza, che non vince dal 4 marzo, ed ora ha l’occasione di esaltarsi in un grande stadio come quello di San Siro.

I nerazzurri dovranno ancora fare a meno di Škriniar davanti a Onana, dove invece sarebbero preferiti De Vrij, Bastoni e Darmian. Corsie esterne occupate da Gosens e Dumfries, e centrocampo ancora con Brozović, Mkhitaryan e Barella. Davanti, Lukaku e Lautaro Martínez. Ancora non al meglio Çalhanoğlu, che potrebbe però recuperare e collezionare qualche minuto in vista della Champions.

Per il Monza è aperto il ballottaggio tra Marlon e Caldirola per completare il pacchetto arretrato insieme a Marí e a Izzo. Centrocampo presidiato da Sensi e Rovella, con Pessina sulla trequarti. Petagna cerca spazio accanto a Caprari in attacco.

Lecce-Sampdoria (domenica 16 aprile ore 12:30)

Il Lecce non sembra più in grado di vincere in campionato, e i soli cinque punti sopra la zona retrocessione non fanno dormire sogni tranquilli ai tifosi. Un’importante opportunità arriva nel match salvezza contro la Sampdoria, che nell’ultimo turno ha fallito nello scontro diretto contro la Cremonese.

Per i padroni di casa, Falcone in porta, e Umtiti e Baschirotto a comandare la difesa, con Gendrey e Gallo ai lati. Centrocampo occupato da González, Hjulmand e Blin, e tridente d’attacco formato da Strefezza, Di Francesco e Ceesay, con Colombo pronto dalla panchina.

Tra i blucerchiati, non al meglio Zanoli e Augello, che però potrebbero farcela. Ancora sotto osservazione invece Günter. Winks e Rincón pronti per la mediana, mentre sulla trequarti si sistemeranno Cuisance e Djuricić a supporto di Gabbiadini.

Torino-Salernitana (domenica 16 aprile ore 15:00)

Nell’ultimo impegno casalingo, il Torino è uscito sconfitto dalla Roma, e vorrà ora tornare a collezionare i tre punti davanti al suo pubblico. La Salernitana, che ha fermato l’Inter nell’ultimo match, vuole invece continuare la sua corsa verso la salvezza, sperando anche in risultati favorevoli dagli altri campi.

Tra i granata, sarà assente Schuurs per squalifica, che sarà sostituito da Buongiorno. Recuperato invece Ilić, che però dovrebbe comunque partire dalla panchina per lasciare spazio a Linetty e Ricci in mezzo al campo. Ballottaggio Vlašić-Radonjić sulla trequarti insieme a Miranchuk. Sanabria unica punta.

Per la Salernitana, in porta ancora Ochoa, con Gyömbér, Daniliuc e Pirola in difesa. A centrocampo è squalificato Lassana Coulibaly, che sarà sostituito Nicolussi Caviglia accanto a Vilhena. Recuperabile invece Mazzocchi, che potrebbe essere schierato dal 1′ sulla fascia destra. Davanti, Piątek e Dia pronti a guidare l’attacco col sostegno di Candreva.

Sassuolo-Juventus (domenica 16 aprile ore 18:00)

Sassuolo-Juventus è la partita tra due squadre ferite nell’ultimo turno di Serie A: la prima è uscita sconfitta col Verona terzultimo, mentre la seconda ha impattato contro la Lazio in una sfida ricca di polemiche. I bianconeri cercano di rimanere nelle zone alte per poter insidiare Atalanta e Inter per una possibile qualificazione in Conference o in Europa League.

Per i neroverdi duello tra Erlić e Ferrari per affiancare Tressoldi in difesa. Dubbio anche tra Harroui e Henrique per completare il centrocampo con Frattesi e Lopez. Tridente Laurienté-Pinamonti-Berardi confermato.

Juve che potrebbe schierare di nuovo Gatti nei tre di difesa insieme a Danilo e a Bremer. Fagioli-Locatelli-Rabiot il trio di centrocampo più gettonato, con Cuadrado e Kostić sulle fasce. Possibile riposo per Vlahović e Di María, con Chiesa, Milik e Kean pronti a insidiarli.

Roma-Udinese (domenica 16 aprile ore 20:45)

La Roma è ora terza, ed è in piena corsa Champions. A cercare di sbarrarle la strada c’è l’Udinese, che già nella partita di andata ci era riuscita con un secco 4-0.

Possibile impiego di Llorente in difesa insieme a Smalling e Mancini per i giallorossi. Cristante e Wijnaldum favoriti per la mediana, ma è pronto a prendersi un posto da titolare Matić. Mourinho pensa ad El Shaarawy vicino a Dybala, per dare respiro ad Abraham e Belotti.

Per l’Udinese, Silvestri in porta, con Becão, Pérez e Bijol in difesa. Udogie e Ehizibue sulle fasce, e Samardžić, Walace e Lovric a centrocampo. Possibile impiego di Pereyra come trequartista alle spalle di Beto, con Thauvin e Success che si accomoderebbero in panchina.

Fiorentina-Atalanta (lunedì 17 aprile ore 20:45)

Dopo cinque vittorie consecutive in campionato, la Fiorentina ha arrestato la sua corsa pareggiando contro lo Spezia, e attende ora l’Atalanta che cerca la reazione dopo la brutta sconfitta casalinga contro il Bologna, per poter tornare nel vivo della lotta al quarto posto.

Viola con Dodô, Milenković, Igor e Biraghi davanti a Terracciano. Bonaventura, Amrabat e Mandragora in vantaggio a centrocampo, e tridente d’attacco con González, Cabral e Ikoné.

Per l’Atalanta, ancora non al meglio Koopmeiners, che però ha ripreso ad allenarsi a parte. Infortunati invece Pašalić, Ruggeri e Hateboer. Toloi e Scalvini certi del posto in difesa, con Djimsiti e Palomino a giocarsi l’ultima maglia per completare il pacchetto davanti a Musso. Éderson e De Roon pronti a presidiare il centrocampo, e corsie laterali occupate da Zappacosta e Maehle. Boga sulla trequarti darà sostegno a Lookman e Højlund.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Euro 2024: 3^ giornata – gruppo A, passano Germania e Svizzera

di Marcello Baldi – Archiviata la terza giornata della fase a gironi...

Euro 2024: 2^ giornata – gruppo E, Belgio-Romania 2-0

di Andrea Cesarini – Nella gara del Rhein Energie Stadion di Colonia...

Euro 2024: 2^ giornata, risultati gruppo F

di Edoardo Colletti- Nella seconda giornata del gruppo F il Portogallo surclassa...

Euro 2024: 2^ giornata, risultati gruppo D

di Marco Schiacca – La seconda giornata del gruppo D va in...