lunedì , 26 Febbraio 2024
Home Primo piano Serie A: 32^ giornata, domenica ore 15.00 Cremonese-Verona e Sassuolo-Empoli
Primo pianoTutte le news

Serie A: 32^ giornata, domenica ore 15.00 Cremonese-Verona e Sassuolo-Empoli

Pari tra Cremonese e Verona, Empoli ko contro il Sassuolo

Cremonese-Verona 1-1, Sassuolo-Empoli 2-1: questi i risultati delle due gare delle 15.00, nel programma dalla 32^ giornata del campionato di Serie A.

Cremonese-Verona 1-1

Allo “Zini” di Cremona si gioca il delicatissimo scontro salvezza tra i padroni di casa e il Verona, rispettivamente penultima e terzultima in classifica. I gialloblù con 7 punti in più dei grigiorossi e con lo Spezia al quart’ultimo posto nel mirino, per i padroni di casa reduci dalla semifinale di Coppa Italia persa contro la Fiorentina, sarebbe indispensabile vincere per continuare a sperare.

La partita

Ballardini si difende a 4 con Aiwu e Valeri esterni e Vasquez e Lochoshvili centrali, punta su Meitè in regia con Castagnetti Pickel ai lati, sulla trequarti conferma Galdames. Mentre in attacco tocca a Okereke vicino a Ciofani. Zaffaroni affida l’attacco a Djuric che vince il ballottaggio con Gaich, dietro a lui schiera Verdi e Kallon, in mezzo al campo confermati Abildgaard e Tameze con Depaoli e Lazovic ai loro lati, terzetto difensivo ancora composto da Magnani, Hien e Dawidowicz.

In avvio gara subito molto viva con il Verona che cerca di imporre il proprio gioco affidato spesso all’iniziativa di Lazovic. Al minuto 9 però la prima svolta della gara, Okereke ruba palla a Depaoli, si accentra in area e batte Montipò con una conclusione di interno sul palo più lontano portando in vantaggio la Cemonese. Il Verona reagisce subito e crea due occasioni da gol in pochi minuti, la prima al 17° con Verdi che impegna seriamente Carnesecchi, la seconda al 23° con Lazovic che spara alto da posizione comoda. Al 27° è Ciofani di testa a sfiorare il raddoppio sul bel servizio di Castagnetti e costringere Montipò ad una difficile parata, mentre l’ultima occasione del primo tempo è ancora per il Verona che con Magnani sfiora la rete con un tiro che sfiora il palo quando il cronometro segna il minuto 36.

Si riprende dopo il riposo con la Cremonese a controllare ed il Verona a provare a pareggiare, per la prima volta i gialloblù lo fanno al minuto 57 con Djuric che fa la sponda per Verdi, il fantasista di Zaffaroni non tira e preferisce il passaggio sulla destra per Kallon chiuso da Vasquez in angolo. Dopo 5 minuti Cremonese in dieci uomini, rosso diretto per Quagliata che sferra un pugno a Dawidowicz. Cresce il Verona che va vicinissimo al pari al 66° prima con un tentativo di Lazovic con Carnesecchi che manda il pallone sopra la traversa, poi con Djuric che vicinissimo alla rete non conclude con decisione. Carnesecchi nega ancora il pareggio a Braaf al 72° ma nulla può fare al 75° su Verdi che lo batte con il suo sinistro. Prima della fine sarà la Cremonese ad andare vicino al gol con un tiro di testa di Dessers fermato da una gran parata di Montipò.

Il tabellino

Cremonese (4-3-1-2): Carnesecchi; Aiwu, Lochoshvili (dal 79′ Buonaiuto), Vasquez, Valeri; Pickel (dal 54′ Quagliata), Castagnetti, Meité; Galdames (dal 70′ Ferrari); Okereke (dal 70′ Afena-Gyan), Ciofani (dal 70′ Dessers)
A disposizione: Saro, Sarr, Bianchetti, Ghiglione, Chiriches, Acella, Basso
Allenatore: Davide Ballardini

Hellas Verona (3-4-2-1): Montipò; Magnani (dall’85’ Ceccherini), Hien, Dawidowicz; Depaoli (dal 41′ Terracciano), Tameze (dal 59′ Veloso), Abildgaard, Lazovic (dall’85’ Gaich); Kallon (dal 59′ Braaf), Verdi; Djuric
A disposizione: Berardi, Perilli, Doig, Ngonge, Cabal, Duda, Coppola, Sulemana
Allenatore: Marco Zaffaroni

Marcatori: 9′ Okereke, 75′ Verdi

Arbitro: Daniele Doveri (Sez. AIA di Roma 1)

Le dichiarazioni post partita

BALLARDINI“Oggi la Cremonese ha fatto davvero una grande partita: arrivavamo dal match di giovedì e oggi era una sfida importantissima e delicatissima. Quando mi si chiede di dare un giudizio sull’operato dell’arbitro vuol dire che c’è stato qualche episodio. Io non parlo del loro lavoro ma possono sbagliare anche loro come noi. Mi piace, però, parlare della Cremo e posso dire che ho dato un buffetto a tutti perché hanno giocato veramente bene”.

ZAFFARONI“E’ un punto che accettiamo anche per come si era messa la gara. Andare sotto qua e reagire non era facile. Loro hanno dimostrato di essere un osso duro. Era una gara complicata e rimetterla in piedi non era semplice. In questi momenti bisogna essere bravissimi a non perdere gli equilibri con un uomo in più. Bene la voglia di provare a vincere la partita, ma l’equilibrio non deve mai mancare. Dopo l’inferiorità numerica loro si sono abbassati e noi abbiamo cercato di aggirarli. Braaf a sinistra era una soluzione. Fortunatamente siamo riusciti a fare gol, un gran gol quello di Simone Verdi. Poi abbiamo provato a vincerla, ma dovevamo farlo con più equilibrio”.

Sassuolo-Empoli 2-1

Sassuolo ed Empoli si sfidano al “Mapei Stadium” per la dodicesima volta nella loro storia in Serie A. I padroni di casa, che affrontano la 32^ giornata occupando il 13^ posto, cercano punti per migliorare l’attuale posizione di classifica e provare a scalare posizioni. Empoli, momentaneamente in 15^ posizione, alla ricerca di punti vitali per allontanarsi dalle zone pericolose della classifica.

La partita

Per i padroni di casa Dionisi schiera il suo classico 4-3-3 con una linea di difesa a 4 con Toljan e Rogerio sulle fasce ed Erlic e Tressoldi centrali davanti a Consigli, Lopez in mezzo al campo supportato da Frattesi ed Henrique, davanti il tridente composto da Bajrami e Laurienté sugli esterni a supporto dell’unica punta Pinamonti.
Mister Zanetti risponde con un 4-3-1-2 con Perisan tra i pali, difesa a 4 con Ismajli, Luperto, Ebuehi e Parisi, a centrocampo Marin in cabina di regia, Bandinelli e Grassi ai suoi lati, trequarti affidata a Baldanzi, in attacco il duo Caputo-Cambiaghi.

Gara iniziata all’insegna dell’equilibrio nei primi minuti, equilibrio che viene rotto dall’Empoli dopo 11 minuti di gioco quando Cambiaghi si rende protagonista di una lunga progressione palla al piede, affronta e salta Erlic per poi orientare la palla di piatto sul secondo palo battendo Consigli.
Al quarto d’ora il Sassuolo da segni di reazione con una azione Frattesi-Bajrami sull’out di destra, palla a Laurienté che però spreca malamente.
Si va avanti con una occasione per parte tra il minuto 26 e 27, prima è l’Empoli a rendersi pericoloso con Caputo, ed un minuto dopo lo fa il Sassuolo con Ebuehi che mette dentro per lo stacco di Defrel che però non trova la conclusione vincente.
La prima frazione di gioco vive il suo ultimo squillo al 41 minuto: Caputo vicinissimo al raddoppio per l’Empoli con un tiro che si stampa sul palo della porta di Consigli.

Inizia la ripresa con Dionisi che stravolge il Sassuolo mettendo dentro Pinamonti, Henrique e Ferrari per Bajrami, Harroui e Tressoldi e da li a poco Berardi per Defrel. Il Sassuolo però non riesce ad essere pericoloso prima del minuto 71 quando Henrique impegna Vicario con un bel rasoterra. Al 73° gol annullato all’Empoli, cross di Parisi per la testa di Ciccio Caputo che però si trova in evidente fuorigioco. Da quel momento l’Empoli cala e il Sassuolo trova il pareggio all’83° quando Berardi servito da Henrique trova un sinistro chirurgico che batte Vicario. La squadra di Zanetti si sveglia solo al 92° quando Henrique su cross di Satriano da destra, coglie la traversa con Consigli battuto. Per l’Empoli si va dal possibile vantaggio alla beffa finale del 95° minuto: Berardi entra in area, salta Cacace che lo stende e per Dionisi è calcio di rigore per i neroverdi. Dal dischetto va lo stesso Berardi che chiude la gara sul 2-1.

Il tabellino

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Toljan, Erlic, Tressoldi (46’ Ferrari), Marchizza (76’ Rogerio); Frattesi, Lopez, Harroui (46’ Pinamonti); Bajrami (46’ Henrique), Defrel (57’ Berardi), Laurienté. All. Dionisi

Empoli (4-3-1-2): Vicario; Ebuehi, Walukiewicz, Luperto, Parisi (83’ Cacace); Grassi (61’ Akpa Akpro), Marin, Bandinelli (66’ Fazzini); Baldanzi; Caputo (83’ Satriano), Cambiaghi (66’ Piccoli). All. Zanetti

Marcatori: 11’ Cambiaghi (E), 82’ Berardi (S), 90’ + 4’ Berardi (S, rig.)

Arbitro: Sig. Dionisi

Ammoniti: 25’ Laurienté (S), 61’ Lopez (S), 61’ Bandinelli (E)

Espulsi: 74’ Pinamonti (S)

Le dichiarazioni post partita

DIONISI – ““La partita è stata abbastanza bloccata nel primo tempo, e ci hanno messo in difficoltà pur essendo noi in superiorità. Poi, dopo, che devo dire: fondamentalmente abbiamo accelerato nel primo tempo alzando la qualità delle giocate e poi gli episodi sono andati bene. Poi è venuto fuori anche il rigore ed è stata una bella giornata. Mi spiace, potevamo fare meglio dall’inizio. I ragazzi sono concentrati. Toljan, ad esempio, è maturissimo. Berardi non devo più descriverlo, non so più che aggettivi trovare. Non è semplice eh, devono trasferire quello che dicono nel campo ma ci sono anche gli avversari”.

ZANETTI“Io oggi non me la sento di parlare di episodi ma mi sento di parlare di quello che non abbiamo fatto, arrivare fino a un certo punto con una partita giocata molto bene contro una squadra molto forte, la gestione della superiorità è stata completamente sbagliata. Ci siamo allungati, abbiamo perso le distanze, è uscita la nostra inesperienza e le nostre paure, il nostro braccino che abbiamo da un po’. È giusto che chieda scusa ai nostri tifosi perché gli abbiamo tolto una gioia, gli abbiamo soffocato un urlo di gioia e l’abbiamo fatto per colpa nostra. Ora è giusto prendersi le proprie responsabilità. è giusto che ci togliamo qualcosa di nostro per il bene della piazza. Andremo da oggi in ritiro, ci andremo finché non ritorneremo a fare dei punti, con le buone o con le cattive dobbiamo salvarci”.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Sassuolo: esonerato Alessio Dionisi

Il Sassuolo ha esonerato Alessio Dionisi, sulla panchina degli emiliani dal 2021....

Serie A: 26^ giornata, le gare di sabato

Scontri importanti in chiave salvezza in questo sabato della 26^ giornata di...

Serie A: 26^ giornata, l’anticipo di venerdì

Il 26^ turno di campionato si apre con l’anticipo del Dall’Ara dove...

Lazio: ufficiale il rinnovo di Ivan Provedel

La SS Lazio ha annunciato tramite un comunicato il rinnovo contrattuale per...