venerdì , 19 Luglio 2024
Home Primo piano Euro 2024: ottavi di finale, passa l’Inghilterra
Primo pianoTutte le news

Euro 2024: ottavi di finale, passa l’Inghilterra

Slovacchia battuta in rimonta. Bellingham e Kane rispondono a Schranz

Sarà l’Inghilterra di Garreth Soutgate ad affrontare la Svizzera ai quarti di finale di Euro 2024. Battuta in rimonta la Slovacchia di Francesco Calzona arrivata a un passo dall’impresa storica. Sotto dal 24′ per il gol di Schranz, la nazionale inglese trova il pari al quinto minuto di recupero con una perla di Jude Bellingham e la ribalta all’inizio del primo tempo supplementare con Harry Kane.

Inghilterra-Slovacchia 2-1 (ore 18.00)

Solo una novità per Southgate rispetto all’ultimo match della fase a gironi contro la Slovenia: a centrocampo spazio al 19enne del Manchester United Kobbie Mainoo al posto di Gallagher. Nel 4-2-3-1 confermati Pickford in porta, Walkerm Gueni, Stones e Trippier in difesa; in mediana insieme a Mainoo c’è Rice; dietro all’unica punta Harry Kane si muovono Saka, Bellingham e Foden. Francesco Calzona, tecnico italiano della Slovacchia, ripropone il 4-3-3 3 lo stesso undici schierato contro la Romania: Dubravka tra i pali; Pekarik, Vavro, Skriniar e Hancko in difesa; regia affidata a Lobotka con Kucka e Duda mezzali e davanti il tridente Schranz, Strelec e Haraslin.

A Gelsenkirchen il primo tiro verso la porta del match è della Slovacchia al 4’ con Lobotka che su punizione manca il bersaglio. Un minuto più tardi finisce fuori di poco anche il diagonale di Hancko. L’Inghilterra si fa vedere all’8’ con Trippier servito sul secondo palo, ma la conclusione è da dimenticare. Gioca meglio la squadra di Calzona che si rifà sotto con Haraslin, provvidenziale la chiusura della difesa inglese. Proteste dell’Inghilterra al 22’ per un contatto in area di Duda su Foden, l’arbitro lascia giustamente giocare. Sugli sviluppi del corner successivo la palla arriva a Mainoo che colpisce di prima intenzione dal limite dell’area, palla alta sulla traversa.
Al 24’ passa la Slovacchia: una sponda sul lancio lungo della difesa premia l’inserimento di Schranz che di esterno destro supera Pickford e firma il terzo centro personale in questo Europeo. La reazione della nazionale di Southgate è lenta e prevedibile e produce un tentativo di Mainoo deviato in corner nel recupero del primo tempo. Si va negli spogliatoi con la Slovacchia meritatamente avanti.

Il match riparte senza sostituzioni all’intervallo e al 49’ l’Inghilterra si vede annullare il gol del possibile pareggio di Foden per posizione di fuorigioco. Dopo un minuto ci riprova Kane ma la sua conclusione da due passi è deviata in calcio d’angolo da Vavro.
Al 54’ grande intuizione di Strelec che prova ad approfittare di una clamorosa disattenzione tra Walker e Stones con un tiro dalla linea di metà campo a superare Pickford fuori dai pali. La conclusione esce di poco. Doppio cambio per Calzona al 61’: fuori Haraslin (tra i migliori) e Strelec dentro Bozenic e Suslov. Poi Trippier colpito duro è costretto a lasciare il campo, Southgate inserisce Palmer e passa alla difesa a tre (66’). La prima chance per l’Inghilterra arriva al 78’ sul colpo di testa in tuffo di Kane, sulla punizione di Foden, che finisce fuori alla destra di Dubravka fin qui mai chiamato a una parata. All’80’ sfortunato Rice che colpisce il palo con un gran tiro dal limite dell’area, sulla ribattuta si allunga senza successo Kane in spaccata. Risponde Lobotka con un tiro da fuori troppo centrale per impensierire Pickford che blocca.
L’arbitro concede sei minuti di recupero e a pochi secondi dal fischio finale Jude Bellingham inventa la rovesciata vincente, beffa la Slovacchia a un passo dall’impresa e allunga la gara ai supplementari.

Al primo minuto dei tempi supplementari la squadra di Southgate la ribalta grazie allo stacco di testa di Harry Kane che va a deviare la sponda aerea di Toney subentrato nel finale di secondo tempo a Foden. Una volta in vantaggio l’Inghilterra si difende con ordine ma rischia grosso al 105′ quando la deviazione sotto misura di Peckarik sul cross di Benes finisce alta di pochissimo.
Nel secondo tempo supplementare la Slovacchia prova il forcing finale per trovare il gol che varrebbe i rigori ma deve salutare l’Europeo dopo aver sfiorato il sogno dei quarti.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Calciomercato: Juventus, arrivato Cabal

La Juventus ha annunciato l’accordo con l’Hellas Verona per il trasferimento a...

Calciomercato: Empoli, Vasquez in prestito

Il portiere colombiano classe ’98 Devis Vásquez di proprietà del Milan è...

Calciomercato: Como, ufficiale Reina

Il portiere spagnolo Pepe Reina torna in Italia e firma con il...

Calciomercato: Roma, Ryan il vice Svilar

La Roma ha annunciato l’acquisto di Mathew Ryan portiere classe 1992 svincolato...