sabato , 15 Giugno 2024
Home Primo piano Serie A: la Cremonese saluta la A con una vittoria sulla Salernitana
Primo pianoTutte le news

Serie A: la Cremonese saluta la A con una vittoria sulla Salernitana

Quinta vittoria per i lombardi, reti di Buonaiuto e Tsadjout

Allo “Zini” si incontrano la Cremonese, già retrocessa in Serie B in da diverse giornate e penultima in classifica, e la Salernitana già salva. I padroni di casa salutano il loro pubblico e la Serie A con un gol per tempo, 2-0 il risultato finale firmato dalle reti di Bonaiuto nella prima frazione di gioco e Tsadjout nei minuti finali della ripresa.

La partita

Tra i grigiorossi padroni di casa diversi gli indisponibili, tra tutti Dessers, Lochoshvili e Ferrari; Ballardini conferma Sarr a difesa della porta, mentre in attacco si affida al tandem Buonaiuto-Ciofani. Nella Salernitana Paulo Sousa trova spazio a Bohinen dal primo minuto nella linea di centrocampo, solo panchina per Nicolussi Caviglia, confermato Piatek in avanti con Candreva e Botheim a supporto. Nel primo tempo gara equilibrata, non troppe le emozioni e ritmi molto lenti classici delle gare di fine stagione senza grosse motivazioni. Il primo episodio degno di nota arriva al minuto 26 quando Buonaiuto prima si conquista e poi realizza il rigore che porta in vantaggio i padroni di casa. A quel punto si sveglia la squadra di Paulo Sousa che con manovre più veloci prova a impensierire la retroguardia di Ballardini. Il più pericoloso tra i campani è Candreva che alla mezz’ora impegna Sarr con un bel mancino. Al 33′ ci prova Coulibaly che conclude da lontano a fil di palo. 

La ripresa inizia così come si era aperta la gara: manovre lente e poche occasioni, la prima al minuto 66 per la Salernitana quando Mazzocchi crossa al centro dell’area dove Piatek però non sfrutta una indecisione di Sarr. Bisogna arrivare all’87′ per un’altra occasione, che poi è quella che di fatto chiude la gara: Tsadjout scambia con Meite e conclude con il mancino a giro sul secondo palo dove Ochoa non può arrivare. Nei minuti di recupero da registrare il rigore prima concesso da Perenzoni alla Salernitana per un contatto tra Sambia e Aiwu e poi annullato dallo stesso arbitro dopo essere stato richiamato al monitor a bordocampo. C’è tempo anche per il gol annullato a Candreva allo scadere dei minuti di recupero per evidente fuorigioco.

Il tabellino

Cremonese-Salernitana 2-0

Cremonese (3-5-2): Sarr; Aiwu, Chiriches (11′ Bianchetti), Vasquez; Ghiglione (82′ Sernicola), Pickel, Meité, Galdames (17′ Castagnetti), Valeri; Buonaiuto (46′ Okereke), Ciofani (46′ Tsadjout). A disp.: Carnesecchi, Saro, Afena-Gyan, Acella, Benassi, Quagliata, Basso Ricci.
All.: Davide Ballardini

Salernitana (3-4-2-1): Ochoa; Daniliuc, Gyomber (76′ Sambia), Pirola (90’+3 Troost-Ekong); Kastanos, Bohinen (62′ Nicolussi Caviglia), Coulibaly, Mazzocchi; Candreva, Botheim (62′ Maggiore); Piatek. A disp.: Allocca, Sorrentino, Bonazzoli, Crnigoj, Iervolino. All.: Paulo Sousa

Arbitro: Perenzoni

Marcatori: 26′ Buonaiuto (C) su rig., 88′ Tsadjout (C)

Ammoniti: Ghiglione (C), Coulibaly (S), Piatek (S)

Le dichiarazioni post partita

BALLARDINI“Questa vittoria ti fa capire che hai un gruppo di ragazzi sui quali sai di poter contare. L’analisi sarà quella di tutta la stagione, per capire dove si è fatto bene e dove no. Analizzeremo bene la squadra e i singoli giocatori e il carattere di ognuno. C’è bisogno di fare una analisi complessiva della stagione. Io Parto dai dati oggettivi, che dicono che in 20 partite di campionato e 4 di Coppa abbiamo fatto 20 punti in campionato e siamo arrivati in semifinale di Coppa Italia. Confermo le sensazioni iniziali, ho a che fare con ragazzi seri che ci tenevano a far bene. Futuro? Non ci giro attorno, prima di tutto bisogna analizzare cosa è stato fatto quest’anno, poi dopo si può parlare d’altro”.

SOUSA“Non dobbiamo però dimenticare la nostra stagione, sono molto orgoglioso e felice della mia squadra. Mi piace un calcio offensivo, oggi è stata una delle poche partite da quando sono arrivato nella quale non siamo riusciti a segnare. Stiamo già lavorando da diverse settimane, dovevo far conoscere le mie idee anche se il direttore aveva già un’idea. Lo vedo moto preparato, sanno benissimo quello che al momento serve. Devo fare i complimenti al presidente che è riuscito a motivare la città e costruire una squadra per competere ai massimi livelli nel campionato italiano. Se riesci ad avere quegli uomini che possono portare competitività possiamo crescere, la dirigenza sa di cosa abbiamo bisogno e tutto passa per la disponibilità della nostra proprietà. Bisogna approfittare dei buonissimi risultati ottenuti in questi mesi”.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Euro 2024: 1^ giornata – gruppo A, Germania-Scozia 5-1

di Marcello Baldi – Nella gara d’esordio di Euro2024, la Germania vince...

Calcio stra-ordinario: il derby di Mostar

di Andrea Iustulin – Il derby di Mostar, conosciuto anche come “Vječiti...

Allenatori: Udinese, panchina a Runjaic

Dopo la separazione con Fabio Cannavaro, l’Udinese ha scelto di affidare al...

Euro 2024: presentato il pallone ufficiale

di Andrea Cesarini – Si chiama Fussballiebe, in tedesco “amore per il...