giovedì , 22 Febbraio 2024
Home Primo piano Aia: Rocchi esclude un “problema Mourinho”
Primo pianoTutte le news

Aia: Rocchi esclude un “problema Mourinho”

Designatore arbitri: "Diffonderemo dialoghi VAR"

Il designatore arbitrale Gianluca Rocchi è intervenuto questa mattina a Radio Anch’io Sport il format sportivo in onda su Radio1.

Molti gli spunti interessanti nel corso dell’intervista, a partire dal bilancio arbitrale della stagione.

LA STAGIONE –  “C’è stata una linea di arbitraggio più europea, con un miglioramento nella fluidità nel gioco. Non è stato un percorso semplice, ma i risultati sono molto positivi. Ma non dobbiamo dimenticare che il campionato italiano non è la Champions League: dobbiamo adattarci al nostro campionato, cercando di prendere spunto dalle competizioni europee che sono riferimento per tutti. Si può migliorare nella continuità di rendimento, ogni tanto abbiamo avuto anche noi qualche scivolone, soprattutto i più giovani devono meritarsi la grande fiducia nostra e dei club”.

CONFERENZE STAMPA ARBITRI POST PARTITA – “L’obiettivo è farne con più frequenza. Il presidente AIA Pacifici è d’accordo con me: quando abbiamo modo di spiegare un episodio, abbiamo sicuramente risolto tutti i problemi. Sulle interviste post-partita non trovo corretto farle fare agli arbitri, non perché non ne siano in grado, ma l’adrenalina è ancora alta, non c’è neanche grande voglia di ascoltare il motivo per cui un arbitro ha commesso o meno un errore. L’unica risposta che si vorrebbe sentire è ‘sì, ho sbagliato”. Ma avremo risolto poco, a noi non interessa se ha sbagliato o meno, quello ci si arriva subito, ma perché. La soluzione può essere quella di avere uno spazio nostro ogni 15 giorni o una volta al mese per spiegare gli episodi. Gli assistenti devono invece tornare a essere due arbitri aggiunti. La tecnologia ha invaso la loro area di competenza. Se vogliono avere un futuro vero, devono ritornare ad avere un ruolo tecnico“.

DIFFUSIONE DIALOGHI VAR – “Non abbiamo alcun segreto, diffonderemo qualsiasi caso. Vogliamo avere comunicazioni pulite e ascoltabili. Purtroppo delle volte la comunicazione tra Var e arbitro ha fregato i ragazzi in campo. Ma ci abbiamo lavorato“.

MOURINHONon esiste alcun problema Mourinho, né personale né di gruppo. Noi rispettiamo tutti alla stessa maniera. Quello che chiederemo a tutti gli allenatori sono comportamenti corretti in panchina. Quest’anno c’è stato un miglioramento rispetto al mio primo anno da designatore che fu un dramma. Dobbiamo combattere questo malcostume ed essere severi nelle decisioni“.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

UEL: playoff ritorno, Rennes-Milan 3-2 ma passano i rossoneri

di Simone Palma – La partita Allo stadio Roazhon Park Il Milan,...

UCL: Napoli-Barcellona 1-1, Osimhen risponde a Lewandowski

Esordio da brivido per Francesco Calzona che si siede per la prima...

UCL: Porto-Arsenal 1-0, Galeno risolve al 94′

di Gianluca Stanzione – All’Estadio do Dragào, il Porto di Sergio Conceicao...

Aia: gli arbitri della 26^ giornata di Serie A

L’AIA ha reso note le designazioni arbitrali per la 26^ giornata di...