giovedì , 13 Giugno 2024
Home Primo piano UEL: Belotti e Dybala regalano gli ottavi alla Roma. Salisburgo battuto 2-0
Primo pianoTutte le news

UEL: Belotti e Dybala regalano gli ottavi alla Roma. Salisburgo battuto 2-0

L'Olimpico trascina la squadra di Mourinho, partita decisa nel primo tempo

(Foto profilo Facebook ASRoma)

Di Marco Schiacca – La Roma batte 2-0 il Salisburgo all’Olimpico e vola agli ottavi di finale dell’Europa League.

Dopo la sconfitta per 1-0 dell’andata, la squadra di Mourinho è scesa in campo decisa a conquistare da subito quella vittoria che, se fosse arrivata già nella gara in terra austriaca, non avrebbe certamente fatto gridare ad uno scandalo.

Avvio carico di tensione

L’avvio è stato piuttosto teso per i giallorossi, 2 gli ammoniti nei primi 5 minuti e un arbitro, lo sloveno Vinčić, che non si era presentato nel migliore dei modi al pubblico dell’Olimpico con chiamate molto discutibili.
I giallorossi sono partiti molto forte, aggressivi sulle fasce, compatti sulla linea mediana del campo dove Matic e Cristante hanno offerto una prestazione di spicco, attenti dietro e pronti in avanti a ripartire velocemente cercando frequentemente la profondità offerta da un Belotti in serata di grazia.

Vicino al “Gallo” ha spiccato anche Dybala, che benchè afflitto da qualche piccolo guaio fisico, ha dato da subito notevoli grattacapi alla retroguardia austriaca.

Proprio l’argentino dopo pochi minuti si è reso pericoloso colpendo una traversa, dopo qualche minuto era arrivato tardi su una conclusione di Zalewski scaturita da una respinta del portiere del Salisburgo su un insidioso tiro di Pellegrini.

La svolta intorno alla mezz’ora di gioco

Per il gol si è dovuto attendere il minuto 33 quando uno dei primi guizzi offerti nella serata da un rinato Spinazzola, ha messo in condizione Belotti di arrivare puntuale alla conclusione di testa che ha sbloccato il risultato.

Sette minuti e ancora una devastante discesa dell’esterno di sinistra di Mourinho, che sgasa imbeccato da Pellegrini e offre a Dybala una palla che il fantasista argentino spara in rete con una conclusione al volo da dentro l’area.

Secondo tempo all’insegna del controllo

Nella ripresa l’undici di Mourinho gestisce il doppio vantaggio senza troppi affanni e si guadagnano il passaggio del turno.

Da segnalare una conclusione di Cristante dalla distanza che ha quasi sorpreso Koehn, ed un’altra di Pellegrini arrivato stanco alla conclusione finita alta.

Per la squadra austriaca qualche labile tentativo che non ha mai impensierito più di tanto Rui Patricio, e molta confusione negli ultimi 30 metri ben controllati dalla retroguardia giallorossa.

La Roma supera i sedicesimi di finale e domani a Nyon conoscerà la sua prossima avversaria da affrontare per continuare il suo percorso in Europa League.

Il Tabellino della partita


Roma-Salisburgo 2-0 (primo tempo 2-0)

ROMA: Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibañez; Zalewski (81′ Karsdorp), Cristante, Matic, Spinazzola; Dybala (93′ El Shaarawy), Pellegrini (81′ Wijnaldum); Belotti (87′ Abraham). All.: Mourinho.

SALISBURGO: Kohn; Dedic (74′ van der Brempt), Bernardo, Solet, Ulmer; Capaldo (84′ Koita), Gourna-Douath, Seiwald (74′ Gloukh); Kjaergaard (46′ Sucic); Adamu (74′ Sesko), Okafor. All.: Jaissle.

Arbitro: Vinčić.

Reti: 33′ Belotti (R), 40′ Dybala (R).
Ammoniti: Ibanez (R), Pellegrini (R), Spinazzola (R), Zalewski (R)

Le dichiarazioni del dopo gara


Queste a fine partita alcune dichiarazioni dei protagonisti.

Mourinho sulla gara:

“E’ una Roma bella che ha ottenuto un risultato importante. E’ stata una partita completa a tutti i livelli, una volta in più squadra, gruppo, empatia e solidarietà si sono viste… Mi è piaciuto tutto. Però non posso non dire che il mio staff ha fatto un lavoro fantastico, noi allenatori siamo il prodotto finale del lavoro di tanta gente, i miei analisti hanno fatto un lavoro molto esaustivo per aiutarmi. E devo anche parlare di El Shaarawy: è stato il mio sacrificato, ma non avevo un piano B. Non c’era Abraham, a disposizione solo per pochi minuti, e non c’era Solbakken. El Shaarawy era il mio piano B e mi è dispiaciuto perché lui stava giocando benissimo, ma anche questa è la dimostrazione di come funziona tra di noi, gliel’ho spiegato e lui ha accettato. Abbiamo vinto contro una squadra di Champions League che è pienissima di qualità”. “Fiorentina, Juventus, Roma e Lazio sono passate e questo ci piace, siamo in quattro che sono andate avanti. Inter, Milan e Napoli sono avanti agli ottavi di Champions, il Napoli ha un piede e mezzo ai quarti, a Inter e Milan manca il secondo piede”.


Mourinho su Spinazzola:

“Spinazzola stava bene e ha giocato bene, ma è più facile quando la squadra gioca bene. Oggi ho sofferto solo per il risultato perché la partita è stata tranquillissima, zero rischi e siamo stati sempre in controllo. Wjinaldum sta arrivando e si vede…”


Mourinho su Belotti:

“Applausi Meritatissimi. Ci sono attaccanti che se non segnano non fanno nulla, mentre lui lavora tantissimo per la squadra. Siamo tutti molto felici per la riconoscenza dello stadio al lavoro che ha fatto”.


Spinazzola sulla sua condizione:

“Io mi alleno tutti i giorni per stare al meglio, ogni tanto ci riesco e ogni tanto no. Mi alleno sempre di più, limo tutti i dettagli e provo a stare al meglio il più possibile. Sono felice per come abbiamo giocato e per la qualificazione. Cerco di migliorarmi e spero di avere continuità, tutto qui. Mi alleno sempre al massimo. Queste due partite mi danno una bella scossa mentale che mi ci voleva.”


Spinazzola sulla squadra:

“Come sempre, è difficile che questa Roma non giochi di squadra, chiunque gioca da’ sempre il meglio per la squadra.”
Spinazzola sulla sua prestazione

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Allenatori: Milan, Ibra annuncia Fonseca

Paulo Fonseca è il nuovo allenatore del Milan, lo ha annunciato Zlatan Ibrahimovic nel...

Allenatori: Verona, arriva Paolo Zanetti

E’ Paolo Zanetti il nuovo allenatore dell’Hellas Verona, lo ha annunciato il...

Udinese: Inler è il nuovo direttore tecnico

di Gianluca Stanzione – Dopo aver risolto contrattualmente il rapporto con Federico...

Allenatori: Juventus, ecco Thiago Motta

Ora è ufficiale: Thiago Motta è il nuovo allenatore della Juventus. L’ex...