sabato , 15 Giugno 2024
Home Primo piano Serie A: manita viola alla Samp, al Franchi finisce 5-0
Primo pianoTutte le news

Serie A: manita viola alla Samp, al Franchi finisce 5-0

Ultima vittoria viola il 1 aprile a San Siro contro l'Inter

Dopo aver guadagnato la finale di Coppa Italia, la Fiorentina ritrova la vittoria in campionato battendo 5-0 una Samp ormai condannata alla retrocessione. Un successo che mancava dal 1 aprile quando un gol di Bonaventura (oggi ancora assente) aveva costretto l’Inter alla sconfitta interna.

Trionfo viola e punizione decisamente severa per la Samp che fino al gol di Castrovilli aveva giocato d’orgoglio a dispetto di una classifica ormai disperata.

La partita

Italiano lascia a riposo Terracciano, Mandragora e Cabral, accanto a Milenkovic gioca Luca Ranieri. Si rivede Duncan, al fianco di Amrabat.

E’ della Fiorentina la prima azione della partita con Sottil, che cerca di innescare Biraghi che però è in fuorigioco. Al 10’ Gonzalez lancia Sottil, che serve Duncan, la difesa doriana salva in corner. Due minuti più tardi occasione per i blucerchiati con Lammers che davanti al portiere debuttante Cerofolini spara alto.
Al 28’ grande chance per il vantaggio della Samp vicina al vantaggio: cross di Augello che supera Cerofolini, Biraghi salva sulla linea. Al 34’ Ci prova il viola Duncan ma il tiro finisce fuori di poco. Passa solo un minuto e gli uomini di Italiano si rendono nuovamente pericolosi: prima con Sottil poi con Castrovilli che raccoglie un corner, prova la botta ma il tiro è centrale e Ravaglia blocca.
Dopo una mezz’ora incolore, la Fiorentina si sveglia e al 42′ Castrovilli richiama nuovamente Ravaglia all’intervento in corner. E’ il preludio al vantaggio viola che arriva nel recupero del primo tempo grazie al numero 10 di Italiano che si avventa sullo spiovente da corner di Biraghi e sfodera un esterno destro al volo che prima tocca il palo e poi si insacca. Fiorentina al riposo sull’1-0.

Nella ripresa si fa subito vedere Dodo, poi Duncan serve Gonzalez che da ottima posizione tenta il piazzato, ma Ravaglia è attento. Al 60’ Stankovic è costretto alla seconda sostituzione obbligata: dopo aver per perso Leris al 32’ del primo tempo per un infortunio muscolare, per la stessa ragione deve rinunciare a Murillo per Oikonomou.

Nel giro di tre minuti la Fiorentina piazza un uno-due micidiale: al 63’Dodo raddoppia e al 66′ Duncan e firma il terzo gol in contropiede. Nella Samp entrano Sabiri per Lammers, e Jesé e Cuisance per Gabbiadini e Djuricic, ma al 76’ la Viola cala addirittura il poker con Kouamè entrato da pochi minuti.

Non si fermano gli uomini di Italiano e continuano ad attaccare alla ricerca del quinto gol. Lo sfiorano in sequenza Jovic con un sinistro da fuori area, poi Saponara e infine Ranieri di testa. Ma la manita arriva al con il terzino serbo Terzic che batte Ravaglia da due passi.

Il tabellino

Fiorentina-Sampdoria 5-0

Fiorentina (4-2-3-1): Cerofolini; Dodo (25’ s.t. Venuti), Milenkovic, Ranieri, Biraghi (41’ s.t. Terzic); Amrabat, Duncan; Gonzalez (25’ s.t. Kouamé), Castrovilli (32’ s.t. Saponara), Sottil (32’ s.t. Bianco); Jovic.

Sampdoria (3-4-1-2): Ravaglia, Amione, Oikonomou (14’ s.t. Murillo), Gunter; Zanoli, Winks, Rincon, Augello; Leris (33’ p.t. Djuricic) (dal 27’ s.t. Cuisance); Lammers (27’ s.t. Sabiri), Gabbiadini. Allenatore: Stankovic.

Arbitro: Antonio Giua
Marcatori: 47’ p.t. Castrovilli (F), 17’ s.t. Dodò (F), 20’ s.t. Duncan (F), 30’ s.t. Kouame (F), 43’ s.t. Terzic (F)
Ammoniti  : 15’ s.t. Murillo (S), 35’ s.t. Kouame (F), 44’ s.t. Terzic (F)

Le dichiarazioni post partita

ITALIANO “Se vogliamo cercare il pelo nell’uovo, forse non mi sono piaciuti i primi 20 minuti, dove la Sampdoria non ci ha permesso di giocare come volevamo. Non riuscivamo a trovare spazio in avanti, poi una volta sbloccata la partita un po’ ci siamo liberati e nel secondo tempo abbiamo fatto veramente bene. Abbiamo approfittato di questo entusiasmo, di questa scia che ci dà lo stadio e nel secondo tempo si è vista una grande Fiorentina. Continuo a ripetere che non riuscivamo a chiudere le partite con un risultato positivo in campionato per mancanze nostre. Spesso siamo entrati per vincerle, ma mancavano noi negli ultimi metri, nell’assistenza, nella concretezza. Questo ci è costato punti e posizioni in classifica. Ora abbiamo la mente libera”.

STANKOVIC: “Con la Fiorentina ci siamo sciolti, c’è modo e modo di perdere. Dopo un secondo tempo così è difficile fare analisi. Il primo tempo di Lecce era stato un campanello di allarme. Mi prendo le responsabilità. Ho la polmonite, da due giorni lotto con la febbre a quaranta e non ho forza.. Per questo non riuscivo ad alzarmi dalla panchina. Quella è l’unica ragione… Almeno ero dove volevo, vicino ai miei ragazzi. Ho pensato che se sono io il problema, amen, lo accetto con grande dignità e orgoglio. Io almeno ho dato tutto me stesso e ho zero rimpianti, rifarei cento volte lo stesso percorso. Il futuro? Non si sa quale sarà quello della Samp, quindi non si possono fare discorsi”.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Euro 2024: 1^ giornata – gruppo A, Germania-Scozia 5-1

di Marcello Baldi – Nella gara d’esordio di Euro2024, la Germania vince...

Calcio stra-ordinario: il derby di Mostar

di Andrea Iustulin – Il derby di Mostar, conosciuto anche come “Vječiti...

Allenatori: Udinese, panchina a Runjaic

Dopo la separazione con Fabio Cannavaro, l’Udinese ha scelto di affidare al...

Euro 2024: presentato il pallone ufficiale

di Andrea Cesarini – Si chiama Fussballiebe, in tedesco “amore per il...