lunedì , 15 Luglio 2024
Home Primo piano Serie A: lo Spezia fa 0-0 a Lecce e spedisce in B la Cremonese
Primo pianoTutte le news

Serie A: lo Spezia fa 0-0 a Lecce e spedisce in B la Cremonese

Salentini e liguri dovranno lottare con il Verona per la permanenza in A

Finisce 0-0 lo scontro salvezza tra Lecce e Spezia al Via del Mare, lunch match della 36 giornata di Serie A. Una gara povera di emozioni in cui a prevalere è stata la paura. Il risultato condanna la Cremonese all’aritmetica retrocessione in Serie B. Nelle prossime due gare di campionato sarà volata a tre per guadagnare l’ultimo posto utile alla permanenza in A: il Verona, capitolato ieri a Bergamo e solo oggi solo in terzultima posizione, lo Spezia di Semplici che con questo pareggio si porta a +1 sui veneti e il Lecce di Baroni ora a +3 dal baratro.

La partita

Nel Lecce Blin sostituisce l’infortunato Hjulman che da vero capitano segue la squadra comunque seduto in panchina. Al centro del tridente offensivo Baroni schiera Colombo insieme a Strefezza e Di Francesco con Ceesay pronto a subentrare.

Semplici, che deve fare i conti con ben 8 indisponibili, rischia le due punte con Shomurodov a far compagnia a Nzola.
Parte meglio lo Spezia che si procura una prima occasione al 6’ con Nzola che si libera di Umtiti e calcia di sinistro dal limite dell’area, la palla finisce fuori di poco alla destra di Falcone. Il Lecce si difende ma non riesce a ripartire. Il primo corner si vede al 20’. Dopo un innocuo calcio di punizione dai 40 metri del Lecce, ci prova Shomurodov al 29’ ma la difesa salentina si chiude bene e sventa il pericolo.

Si chiude così un primo tempo bloccato e nervoso. Sul taccuino 2 tiri del Lecce e 3 per lo Spezia, nessuno nello specchio della porta.

In avvio di ripresa Nzola prova a liberarsi di Umtiti che lo ferma in modo falloso, lo specialista dei liguri Esposito si incarica della punizione ma calcia malissimo. Poco dopo lo Spezia rischia di farsi male da sé con un retropassaggio pericoloso di Wisniewski su cui Dragowski mette una pezza.

Baroni decide che è il momento di Ceesay per sfruttare meglio gli spazi e Semplici richiama in panchina Shomurodov e Zurkowski per Agudelo e Bourabia

Al 77’ pericoloso lo Spezia sugli sviluppi di un corner battuto da Esposito, interviene Nzola di testa ma colpisce l’esterno della rete. Il primo tiro verso la porta avversaria del Lecce arriva al 79’ con Strefezza, ma il pallone è facile preda di Dragowski che blocca. Nei minuti finali la gara si innervosisce ulteriormente e sfugge un po’ di mano all’arbitro Mariani che dopo circa 6’ di recupero fischia la fine.

Il tabellino

Lecce-Spezia 0-0

Lecce (4-3-3): Falcone; Gendrey, Baschirotto, Umtiti, Gallo; Oudin, Blin, Gonzalez (15′ st Askildsen); Strefezza, Colombo (15′ st Ceesay), Di Francesco (46′ st Pezzella). A disp.: Bleve, Dermaku, Romagnoli, Samek, Lemmens, Cassandro, Maleh. All.: Baroni

Spezia (3-5-2): Dragowski; Wisniewski, Ampadu, Nikolau; Gyasi (37′ st Ferrer), Bourabia (18′ st Zurkowski), Esposito, Ekdal, Reca; Shomurodov (18′ st Agudelo), Nzola . A disp.: Zoet, Marchetti, Kovalenko, Cipot, Verde, Krollis. All.: Semplici

Arbitro: Mariani

Ammoniti: Umtiti, Blin (L), Wisniewski, Esposito, Nzola (S)

Le dichiarazioni post partita

BARONI – “Siamo la squadra più giovane e abbiamo fatto un campionato dove questi ragazzi se la sono giocata con tutti con grande orgoglio. Era fisiologico un calo in un campionato lunghissimo, da dieci mesi stanno lottando su tutti i campi. Ci prendiamo questo punto e questa prestazione. Questa squadra é vivissima, vuole combattere fino in fondo. Ha orgoglio, non molla mai anche di fronte ad assenze e squalifiche”.

SEMPLICI – “È un punto che muove la classifica e che ci fa allungare un po’. Sicuramente eravamo venuti per qui per fare un risultato diverso. Sapevamo di affrontare una squadra in salute e di valore. Il primo tempo abbiamo fatto molto bene, creando i presupposti per fargli del male. Poi non siamo stati determinati e cattivi come in altre circostanze e questo lo abbiamo pagato. Da parte di entrambi c’era anche la paura di perdere la partita. Noi rimaniamo fiduciosi. Conosciamo il nostro calendario e sappiamo che non è semplice, ma anche oggi i ragazzi hanno fatto spesso bene e quello che gli avevo chiesto“.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Euro 2024: la Spagna è campione d’Europa

di Andrea Cesarini – La Spagna è Campione d’Europa 12 anni dopo...

Calciomercato: Bologna, ceduto Zirkzee

Ora è ufficiale Joshua Zirkzee lascia il Bologna per approdare in Premier...

Calciomercato: Lazio, Tavares già in ritiro

di Marcello Baldi – La Lazio ha annunciato l’acquisto del difensore Nuno...

Copa America: Uruguay sul podio, superato il Canada

di Edoardo Colletti – In attesa della finale tra Argentina e Colombia,...