giovedì , 22 Febbraio 2024
Home Primo piano Serie A: presentazione della 38^ giornata
Primo pianoTutte le news

Serie A: presentazione della 38^ giornata

Milan-Verona e Roma-Spezia i match salvezza. La Juventus tenta l'aggancio all'Europa League

Foto sito Lega Serie A

di Tiziano Dipanati – Le squadre si preparano all’atto conclusivo del campionato di Serie A 2022/2023, stagione che ha visto il Napoli trionfare senza rivali all’altezza. Stabilite già le società che andranno in Champions l’anno prossimo, è ancora da scoprire chi disputerà Europa League e Conference, e soprattutto quale sarà l’ultima squadra a retrocedere. Inter e Lazio si giocano il secondo posto, ed entrambe giocheranno fuori casa: i nerazzurri contro il Torino e i capitolini contro l’Empoli. Atalanta-Monza, Udinese-Juventus e Roma-Spezia le partite che interessano la zona Europa League, con la sfida dell’Olimpico che però sarà fondamentale anche in orbita salvezza. Milan-Verona l’altro match chiave per la permanenza in Serie A.

Sassuolo-Fiorentina (venerdì 2 giugno ore 20:30)

L’ultima vittoria del Sassuolo risale al 16 aprile contro la Juventus, e cercherà quindi di tornare a conquistare i tre punti in quest’ultima giornata davanti al suo pubblico. Davanti ci sarà la Fiorentina, che proverà a limitare le energie in vista della finale di Conference League del 7 giugno.

Il tecnico dei neroverdi potrebbe dare una chance a Pegolo tra i pali, mentre la difesa a quattro dovrebbe essere composta da Toljan, Ruan, Erlić e Rogerio. A centrocampo sarà assente per squalifica Thorstvedt e dovrebbe anche essere risparmiato Frattesi: pronto quindi il trio Lopez, Harroui e Henrique. Nel tridente offensivo potrebbe rivedersi Bajrami insieme a Pinamonti e Berardi.

Possibile turnover per la viola. In porta potrebbe essere schierato Cerofolini, con Venuti, Martínez Quarta, Ranieri e Terzić nella difesa a quattro. Sulla mediana occasione per Duncan accanto a Mandragora, e sulla trequarti pronto Barák. Kouamé e Nico González occuperanno le fasce per supportare uno tra Jović o Cabral.

Torino-Inter (sabato 3 giugno ore 18:30)

Il Torino non perde dal 29 aprile, dimostrando di essere in un buono stato di forma. L’Inter tenterà di portare a casa la vittoria per poter sperare nell’aggancio al secondo posto nel caso in cui la Lazio dovesse commettere un passo falso.

I granata dovranno rinunciare a Lazaro mentre sono da monitorare le condizioni di Radonjić. Con il solito Milinković-Savić tra i pali, la difesa a tre dovrebbe essere formata da Djidji, Schuurs e Buongiorno. Ilić e Ricci dovrebbero occupare la metà campo, e sulle fasce Singo e Rodríguez saranno i titolari. L’unica punta sarà sempre Sanabria, con Miranchuk e Vlašić a supporto.

Per l’Inter tornerà in panchina Škriniar, riaggregatosi al gruppo da poco. Onana sarà l’estremo difensore e davanti a lui ci saranno D’Ambrosio, De Vrij e Acerbi. Sulla fascia destra dovrebbe essere schierato dal 1′ Dumfries, mentre sulla sinistra è in vantaggio Gosens. Brozović, Barella e Çalhanoğlu formeranno il centrocampo, mentre la coppia d’attacco dovrebbe essere Lukaku-Lautaro.

Cremonese-Salernitana (sabato 3 giugno ore 21:00)

Match tra due squadre che hanno lottato per la permanenza in Serie A, con la Cremonese che però non è riuscita a centrare l’obiettivo. La Salernitana, salva invece da qualche giornata, cercherà di confermare quanto fatto di buono nella seconda metà del campionato.

I padroni di casa potrebbero recuperare Benassi, mentre non ce la fa Dessers. In porta pronto Carnesecchi e nella difesa a tre i prescelti dovrebbero essere Ferrari, Bianchetti e Vásquez. Pickel e Meïté dovrebbero occupare la linea mediana, mentre Sernicola e Valeri presidieranno le corsie esterne. Sulla trequarti Galdames a sostegno di Ciofani e Tsadjout. Okereke non al meglio.

Tra gli ospiti è squalificato Vilhena, mentre non è al meglio Bradarić. Occasione per Sepe in porta con Ochoa che si accomoderebbe in panchina. In difesa ritornano Daniliuc e Gyömbér che dovrebbero prendere posto vicino a Pirola. A metà campo ci saranno Coulibaly e Bohinen, con Candreva e Mazzocchi ai lati. Il trequartista sarà Kastanos e in zona gol pronta la coppia Botheim-Piątek.

Empoli-Lazio (sabato 3 giugno ore 21:00)

L’Empoli ha ottenuto la salvezza ormai da un po’ di tempo, ma si prospetta una partita dall’alta intensità dato che davanti ci sarà una Lazio che vuole confermare il secondo posto in classifica.

I toscani dovrebbero schierare Stojanović, Ismajli, Luperto e Parisi nella difesa a quattro davanti a Vicario. Il centrocampo dovrebbe essere occupato da Akpa Akpro, Grassi e Bandinelli, mentre sulla trequarti Fazzini dovrebbe essere in vantaggio. Con Caputo non al meglio, sarà Piccoli il partner d’attacco di Cambiaghi.

Per i biancocelesti è indisponibile Marušić, mentre sarà in panchina Cataldi. Con Provedel tra i pali, la linea di difesa sarà composta da Lazzari, Casale, Romagnoli e Hysaj. In regia ci sarà ancora Vecino, con Milinković-Savić e Luis Alberto accanto. Anderson-Immobile-Zaccagni il tridente d’attacco.

Napoli-Sampdoria (domenica 4 giugno ore 18:30)

Il testacoda tra Napoli e Sampdoria ha poco da dire in termini di classifica, ma sicuramente rappresenterà la chiusura di uno storico campionato dei partenopei, con un Maradona in festa e pronto a dare l’ultimo saluto a mister Spalletti.

Oltre a Mário Rui e Lozano, fuori anche Politano per i campani. In porta dovrebbe tornare Meret, con Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus e Olivera a protezione. I tre di centrocampo saranno Lobotka, Anguissa e Zieliński. Nel reparto offensivo pronti Elmas, Osimhen e Kvaratskhelia.

Per i blucerchiati ancora Ravaglia in porta difeso da Günter, Nuytinck e Amione. Léris, Winks e Ilkhan formeranno il centrocampo e le corsie esterne saranno presidiate da Zanoli e Augello. Quagliarella-Gabbiadini dovrebbe essere la coppia d’attacco, con l’ultimo che però non è al meglio e che potrebbe sedere in panchina a vantaggio di De Luca.

Atalanta-Monza (domenica 4 giugno ore 21:00)

L’Atalanta vuole tenersi stretto il quinto posto per potersi giocare l’Europa League nella prossima stagione. Deve però stare attenta al Monza, rivelazione di questo campionato, che potrebbe sbarrarle la strada.

I bergamaschi non potranno contare sui soliti noti Zapata, Palomino, Hateboer, Soppy e Ruggeri, ma anche le condizioni di Boga preoccupano. In porta sarà confermato Sportiello, con Djimsiti, Toloi e Scalvini a protezione. Koopmeiners e De Roon saranno a centrocampo e sugli esterni pronti Zappacosta e Maehle. Pašalić dovrebbe essere scelto per agire dietro le punte Lookman e Højlund.

Per gli ospiti sarà squalificato Donati, ma torna arruolabile Caldirola, che prenderà posto in difesa insieme a Izzo e Marí. In mediana sono in vantaggio Rovella e Pessina, mentre sulle fasce ancora Ciurria e Carlos Augusto. Petagna potrebbe accomodarsi in panchina a vantaggio di Gytkjær, col sostegno di Caprari e Mota. Ballottaggio in porta tra Di Gregorio e Cragno.

Lecce-Bologna (domenica 4 giugno ore 21:00)

Sfida senza pretese, con il Lecce ormai salvo e il Bologna stabile a metà classifica.

Con Falcone in porta, i giallorossi dovrebbero schierare la solita difesa a quattro formata da Gendray, Baschirotto, Umtiti e Gallo. A centrocampo verrà rilanciato Hjulmand insieme a Blin e Oudin. In attacco cerca una maglia da titolare Colombo, con Banda e Strefezza ai lati.

Gli ospiti dovranno fare a meno di Domínguez, che sconterà un turno di squalifica. In porta ci sarà il solito Skorupski, e la linea difensiva sarà formata da Posch, Lucumí, Bonifazi e Cambiaso. In mediana occasione per Moro accanto a Schouten, mentre il trequartista sarà Ferguson. Come ali offensive ci saranno Orsolini e Barrow, che sosterranno la prima punta Arnautović.

Milan-Verona (domenica 4 giugno ore 21:00)

Il Milan può tentare l’assalto al terzo posto in caso di caduta dell’Inter, ma dovrà vedersela col Verona che cerca disperatamente punti per poter rimanere in Serie A.

I padroni di casa potrebbero confermare gli undici che nella scorsa giornata hanno trionfato contro la Juventus. Dunque ci sarà sempre Maignan tra i pali, Thiaw e Tomori al centro della difesa e come terzini Calabria e Theo Hernández. Sulla linea di centrocampo pronti Tonali e Krunić, con Díaz sulla trequarti. Gli esterni offensivi Messias e Leão serviranno Giroud.

Per gli ospiti rimangono sotto osservazione gli acciaccati Doig, Verdi e Lazović, a rischio per la convocazione. Nella retroguardia dovrebbero essere scelti Cabal, Hien e Magnani, a protezione dell’estremo difensore  Montipò. Centrocampo a tre con Tameze, Veloso e Sulemana, mentre sulle fasce dovrebbero spuntarla Faraoni e Depaoli. In attacco Ngonge sarà affiancato da uno tra Gaich e Djurić.

Roma-Spezia (domenica 4 giugno ore 21:00)

La Roma ferita dalla finale di Europa League persa contro il Siviglia, ospita lo Spezia che è a pari punti col Verona e lotterà con le unghie e con i denti per la salvezza.

I padroni di casa, usciti malconci dall’appuntamento europeo, andranno in campo con Rui Patrício e con i soliti Mancini, Smalling e Ibañez in difesa. A centrocampo potrebbe riposare Matić, e quindi spazio a Cristante e Bove. Gli esterni dovrebbero essere Zalewski e El Shaarawy, mentre dietro le punte ci sarà Pellegrini. In attacco torna il duo Dybala-Abraham.

Per i liguri, Dragowski in porta con Wiśniewski, Ampadu e Nikolaou a protezione. Per il centrocampo sono in vantaggio Ekdal, Bourabia ed Esposito, mentre sugli esterni dovrebbero essere scelti Amian e Reca. Nzola e Gyasi la coppia d’attacco.

Udinese-Juventus (domenica 4 giugno ore 21:00)

L’Udinese attende la Juventus, che dopo la penalizzazione può ancora sperare nell’Europa League se Atalanta e Roma dovessero fallire.

Diverse assenze in difesa per i friulani: oltre alle squalifiche di Bijol e Zeegelaar, sono infatti infortunati Becão, Ebosse, Ebosele ed Ehizibue. Nella retroguardia dovrebbero dunque esserci Pérez, Walace e il giovane Guessand, complici le non perfette condizioni di Masina. A centrocampo ci saranno Samardžić, Arslan e Lovric con Pereyra e Udogie sugli esterni. Thauvin e Beto dovrebbero guidare l’attacco.

Per gli ospiti sono da valutare le condizioni di Bremer e Vlahović. Con Szczesny in porta, la difesa a tre sarà formata da Gatti, Bonucci e Danilo. Il centrocampo sarà occupato da Miretti, Locatelli e Rabiot, mentre le corsie esterne da Cuadrado e Kostić. Davanti potrebbe vedersi la coppia Di María-Milik.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

UCL: Napoli-Barcellona 1-1, Osimhen risponde a Lewandowski

Esordio da brivido per Francesco Calzona che si siede per la prima...

UCL: Porto-Arsenal 1-0, Galeno risolve al 94′

di Gianluca Stanzione – All’Estadio do Dragào, il Porto di Sergio Conceicao...

Aia: gli arbitri della 26^ giornata di Serie A

L’AIA ha reso note le designazioni arbitrali per la 26^ giornata di...

Bundesliga: Tuchel-Bayern addio a fine stagione

Il Bayern Monaco mette a tacere le voci di un cambio imminente...