venerdì , 19 Luglio 2024
Home Primo piano Serie A: 4^ giornata, le gare del sabato
Primo pianoTutte le news

Serie A: 4^ giornata, le gare del sabato

Manita Inter nel derby; Juve ok contro la Lazio; il Napoli fa 2-2 a Genova

(foto X Inter)

Riparte il campionato dopo la sosta dedicata alle qualificazioni a Euro 2024. Apre la Juventus che allo Stadium supera 3-1 la Lazio dell’ex Maurizio Sarri. Vittoria costruita dal tandem Vlahovic-Chiesa, inutile il gioiello di Luis Alberto che aveva momentaneamente riaperto il match. Clamoroso il risultato del derby Milano dove l’Inter fa manita contro la squadra di Pioli mai realmente in partita. Nel posticipo il Napoli di Garcia agguanta il pareggio nei minuti finali dopo essere andato sotto 2-0 con il Genoa di Gilardino.

Juventus-Lazio 3-1 (ore 15.00)

Ad aprire il 4^ turno di Serie A è la grande vittoria casalinga della Juventus che si impone 3-1 sulla Lazio grazie alla doppietta di Dusan Vlahovic e la rete di Federico Chiesa. Inutile il gol della bandiera siglato da Luis Alberto. La squadra di Allegri parte forte e impiega solo 10′ a sbloccare: McKennie tiene in campo un pallone dubbio sul fallo laterale e serve Locatelli. Cross perfetto in area a pescare Vlahovic, fenomenale nell’impattare la sfera al volo con il piede debole e a infilarla all’incrocio dei pali. Proteste della Lazio per il controllo dell’americano, ma il VAR conferma la decisione di Maresca perché la palla, in proiezione, sembra essere non uscita completamente.
Al 26’ arriva il raddoppio bianconero: Rabiot appoggia trova Chiesa in piena area di rigore. L’italiano calcia di potenza di collo esterno sul primo palo dove Provedel non riesce a intervenire. Si va negli spogliatoi sul 2-0.

Nella ripresa la Lazio prova a rialzare la testa, ma la Juve è compatta e concede poco. Al 64’ il pressing biancoceleste porta i suoi frutti: da un contrasto tra Kamada e Cambiaso, la palla arriva a Luis Alberto che da fuori area infila il pallone sotto al sette. Altro gol da cineteca dello spagnolo, dopo quello al Napoli di tacco.
La rete però sembra rilassare la Lazio che dopo appena 3′ vanno nuovamente sotto di due reti. Ancora Vlahovic, lanciato da McKennie, controlla la sfera e la lavora meravigliosamente al limite dell’area, andando a concludere sul secondo palo, sempre con il piede debole, dove Provedel si tuffa con leggero ritardo. Solo 3 punti i 4 gare per la Lazio, che al termine del match ha annunciato il silenzio stampa in protesta con le decisioni arbitrali. (M.B.)

Inter-Milan 5-1 (ore 18.00)

Il derby della Madonnina numero 201 in Serie A si tinge di nerazzurro. L’Inter trionfa per 5-1 contro un Milan quasi mai in partita e confeziona la quarta vittoria in quattro giornata di campionato.
Parte forte l’11 di Inzaghi, al 5’ è subito 1-0 con Mkhitaryan che appoggia in rete un tiro/cross rasoterra di Dimarco in area di rigore. Premia la scelta del tecnico piacentino di schierare l’armeno, in forte ballottaggio durante la settimane con Davide Frattesi
L’ottimo lavoro di sacrificio in fase difensiva di Barella e dei tre centrali nerazzurri sbarra le porte al Milan, che crea l’unico pericolo del primo tempo al 30’. Theo Hernández si lancia in un assolo saltando due giocatori, ma una volta in area il suo sinistro ad incrociare sfila sul fondo.
Proprio quando i rossoneri sembrano essere in crescendo, Thuram trova il raddoppio per l’Inter con uno splendido destro a giro dal limite dell’area al 38’, portando la propria squadra all’intervallo in doppio vantaggio.
Scende la pioggia su San Siro e scende in campo anche un Milan diverso nel secondo tempo. Pioli risistema il modulo passando al 4-2-3-1 e il risultato è immediato. Giroud lancia in campo aperto Leao che fredda Maignan in area di rigore al 57’. I rossoneri accorciano e trovano maggior fiducia e spazi tra le linee dell’Inter. La squadra di Inzaghi, però, non si spaventa ed al 69’ fissa il punteggio sul 3-1 ancora con Mkhitaryan. Servono a poco i cambi offensivi di Pioli, Çalhanoglu trasforma il calcio di rigore provocato da Theo al 79’ e Frattesi trova la prima gioia in maglia nerazzurra al terzo minuto di recupero. L’Inter stravince e vola al comando della classifica in solitaria, mandando un forte messaggio alle dirette concorrenti per la lotta scudetto. (E.C.)

Genoa-Napoli 2-2 (20.45)

Il Napoli di Rudi Garcia non riesce a rifarsi del tutto dalla sconfitta con la Lazio e in casa del Genoa acciuffa soltanto nel finale un pareggio quasi insperato per come si era messa la gara grazie a Raspadori e Politano subentrati nella ripresa.
Il Genoa parte più aggressivo e chiama Meret al salvataggio su Retegui. La squadra di Gilardino la sblocca a pochi minuti dallo scadere della prima frazione: al 40′ Bani sfrutta di testa l’assist di De Winter e batte in numero uno azzurro.
Nella ripresa Garcia manda in campo Matteo Politano per un evanescente Elmas, ma inizialmente la musica non cambia. Anzi passano ancora i rossoblu: l’attaccante della Nazionale italiana Mateo Retegui su passaggio dell’ex Roma Strootman raddoppia il vantaggio ligure al 56′ .
Il tecnico francese allora si affida a Giacomo Raspadori che non tradisce e al minuto 76, su invito perfetto del nuovo entrato Cajuste, realizza un bel gol di sinistro con la complicità del portiere genoano Martinez e dimezza lo svantaggio.
Al minuto 84 arriva il pareggio del Napoli: delizioso assist a pallonetto di Zielinski per il sinistro al volo di Politano che chiude il match e regala un pari che non era più nelle previsioni dei tifosi partenopei per come si era messa la partita.
Un punto ciascuno quindi per Gilardino e Rudi Garcia, con l’ex attaccante campione del mondo che per molti tratti ha dominato i campioni d’Italia. (E.M.)

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Calciomercato: Juventus, arrivato Cabal

La Juventus ha annunciato l’accordo con l’Hellas Verona per il trasferimento a...

Calciomercato: Empoli, Vasquez in prestito

Il portiere colombiano classe ’98 Devis Vásquez di proprietà del Milan è...

Calciomercato: Como, ufficiale Reina

Il portiere spagnolo Pepe Reina torna in Italia e firma con il...

Calciomercato: Roma, Ryan il vice Svilar

La Roma ha annunciato l’acquisto di Mathew Ryan portiere classe 1992 svincolato...