giovedì , 13 Giugno 2024
Home Primo piano Ligue 1: i risultati dell’8^ giornata
Primo pianoTutte le news

Ligue 1: i risultati dell’8^ giornata

Vincono il PSG e l’OM di Gattuso, Monaco in vetta

(foto sito PSG)

di Gianluca Stanzione – L’ottavo turno del campionato francese porta con sé il successo esterno del PSG e la prima vittoria di Gattuso con l’OM. Vincono Nizza e Monaco mentre Montpellier-Clermont viene sospesa al 96′ per episodi di violenza sugli spalti.

Strasburgo-Nantes 1-2

Nella prima frazione sono gli ospiti ad approcciare meglio alla gara mantenendo il possesso, Strasburgo in attesa. La prima occasione per il Nantes arriva al 9’: il tiro di Mollet viene respinto dal portiere di casa Sels. La parte centrale del primo tempo è molto spezzettata con diverse interruzioni, le due squadre non creano occasioni da gol fino al 39′, quando è lo Strasburgo ad andare vicino al vantaggio: il destro di Mothiba sfiora il palo. Le due squadre vanno a riposo sullo 0-0.
In avvio di ripresa è il Nantes a ricominciare meglio e infatti al 50’ sblocca la gara: Coco con il sinistro non sbaglia da distanza ravvicinata per lo 0-1 dei suoi. I padroni di casa accusano lo svantaggio e pochi minuti più tardi subiscono anche il raddoppio: Moutoussamy con il sinistro la piazza alla destra del portiere e al 59’ sigla lo 0-2. Il Nantes forte del doppio vantaggio gestisce il risultato, lo Strasburgo prova a reagire solo nel finale con Dion, abile a depositare in rete l’1-2 al 91’. Non ci saranno altre occasioni, vittoria esterna per il Nantes che raggiunge quota 11 in classifica, Strasburgo fermo a quota 10.

Metz-Nizza 0-1

In avvio di gara va vicino al vantaggio il Nizza, il cross di Thuram si trasforma in un tiro e si stampa sulla traversa. Gli ospiti continuano a gestire il gioco alla ricerca di un varco, il Metz attende nella sua metà campo. Al quarto d’ora arriva il meritato vantaggio del Nizza con Boudaoui che insacca a porta sguarnita. Una volta sotto il Metz prova a reagire ma il sinistro dal limite di Oscar viene neutralizzato dal portiere ospite. Nel finale del primo tempo cerca il raddoppio il Nizza ma il destro di Boga dal limite è centrale. Termina il primo tempo con gli ospiti in vantaggio. Nella ripresa riparte forte il Nizza: Moffi da dentro l’area trova la grande risposta del portiere del Metz Oukidja. I padroni di casa mostrano tanta voglia e impegno ma evidenziano grossi problemi nel creare reali occasioni da gol, merito anche dell’atteggiamento aggressivo del Nizza. Nel finale sfiora ancora il raddoppio la formazione di Francesco Farioli ma il tiro di Guessand è ottimamente respinto dal portiere. La gara termina 0-1, vittoria esterna per il Nizza che raggiunge il secondo posto in classifica a quota 16, in 16^ posizione il Metz a 8 punti.

Reims-Monaco 1-3

Comincia la gara ed è subito il Reims a rendersi pericoloso: Nakamura ci prova con il sinistro, buona risposta del portiere in angolo. Tanta intensità in avvio da parte dei padroni di casa e più difficoltà del previsto nello sviluppo della manovra da parte del Monaco. L’episodio favorevole per i monegaschi arriva sul finale di primo tempo: al 42’ Jakobs con il sinistro insacca lo 0-1 alla prima vera occasione pericolosa. Termina la prima frazione, squadre negli spogliatoi. Inizia la ripresa è il Monaco forte del vantaggio, sembra essere meglio in campo, dopo appena 60 secondi arriva il raddoppio degli ospiti: destro potente di Balogun e palla in fondo al sacco. Non esulta l’attaccante visto il suo passato con la maglia del Reims, 0-2 Monaco. La seconda rete subita ha mandato in affanno il Reims che al 49’ subisce anche il terzo gol: cross dalla sinistra e colpo di testa da distanza ravvicinata di Ben Yedder che fa 0-3 dei suoi. La reazione di orgoglio dei padroni di casa arriva al 57’ con il calcio di rigore trasformato da Teuma. Nel finale il Monaco gestisce il vantaggio e amministra il gioco, i padroni di casa ci provano da fuori senza trovare però la rete. La gara termina 1-3, il Monaco vola in vetta a 17 punti, Reims in 5^ posizione a quota 13.

Marsiglia-Le Havre 3-0

Allo stadio Velodrome di Marsiglia va in scena la prima uscita casalinga di Gattuso in campionato. La gara inizia subito bene per i padroni di casa, al 18’ cross dalla destra e deviazione nella propria porta di Sangante per l’1-0. Passano solamente 3’ e arriva anche il raddoppio: contropiede perfetto concluso da un pallonetto di Aubameyang e 2-0 OM. Piove sul bagnato per il Le Havre, al 41’ arriva anche il doppio giallo per Ndiaye che lascia la sua squadra in 10 uomini. Nela ripresa OM completamente padrone del campo visto il doppio vantaggio e la superiorità numerica. Dopo aver fallito diverse volte il terzo gol, il 3-0 arriva al 84’ con Sarr che a porta vuota sigla il tris del Marsiglia. La gara termina senza altre emozioni, primi 3 punti dell’era Gattuso e 6^ posizione in classifica a quota 12, Le Havre in pessima giornata che con questa sconfitta rimane tredicesimo a 9 punti.

Brest-Tolosa 1-1

Ad inizio gara è il Brest a farsi preferire e ad andare vicino al vantaggio, ma alla prima occasione, quasi casualmente, passano gli ospiti: Magri sfrutta un’incertezza del portiere e non sbaglia da distanza ravvicinata, vantaggio Tolosa. Nella restante parte della prima frazione i padroni di casa non riescono ad organizzare bene la manovra e non impensieriscono più di tanto la difesa ospite. Termina il primo tempo con il vantaggio del Tolosa.

Nella ripresa il Brest risulta essere più aggressivo e alza il suo baricentro alla ricerca del pari, ci prova principalmente con soluzioni da fuori area e palle inattive, Tolosa in affanno. Nel finale assalto del Brest: al 90’ Doumbia dal limite colpisce la traversa; il muro eretto dagli ospiti a difesa del vantaggio viene abbattuto al 92’: tiro dal limite, corta respinta del portiere e Satriano è il più veloce di tutti a insaccare il gol del meritato pareggio. La sfida termina 1-1. Un pareggio che consente al Brest di piazzarsi al quarto  posto della classifica a quota 15, Tolosa a 10 punti in 10^ posizione.

Lione-Lorient 3-3

Sta vivendo un momento molto complicato il Lione e infatti le cose nel pomeriggio cominciano male: al 16’ Kroupi dal limite la piazza sotto l’incrocio e firma il vantaggio del Lorient. Quando tutto sembra far pensare all’ennesima prestazione negativa, arriva  la reazione del Lione, il sinistro di Nuamah riporta il risultato in parità al 21’ del primo tempo. Appena 5’ più tardi la ribaltano i padroni di casa, dribbling di Lacazette e sinistro alle spalle del portiere, vantaggio Lione. Sul finale del primo tempo i padroni di casa trovano anche il terzo gol, il secondo personale di Lacazette, che dal dischetto spiazza il portiere e firma il 3-1. Inizia la ripresa e accorcia subito le distanze il Lorient, ancora con Kroupi che di destro sigla  il 3-2 e la sua doppietta. I padroni di casa sembrano esser rientrati conil piede sbagliato nel secondo tempo, Fabio Grosso corre ai ripari effettuando alcune sostituzioni. Nel finale errore sanguinoso in uscita dal basso del Lione e Yongwa incrocia con il sinistro il gol del pareggio, 3-3 a Lione. La sfida termina così in pareggio, penultimo posto in classifica a soli 3 punti per il Lione di Fabio Grosso,  terzultima posizione per il Lorient a 7 punti.

Montpellier-Clermont 4-2 (sospesa)

Nel primo tempo non mancano le emozioni: al 16’ sblocca il punteggio il Montpellier, Al-Tamari da fuori area conclude all’angolino e firma l’1-0 dei suoi. Non si fa attendere la reazione degli ospiti, al 26’ arriva il gol del pari firmato da Magnin. I padroni di casa non ci stanno  e nel giro di qualche minuto si riportano di nuovo in vantaggio, Savanier dal dischetto sigla il 2-1.  Il finale della prima frazione è targata Clermont: prima Konate sciupa una grandissima occasione, poi al 45’ rimedia e firma il gol del pareggio.  Il primo tempo termina 2-2, le squadre vanno negli spogliatoi.  Inizia la ripresa e arriva un altro calcio di rigore per il Montpellier, lo stesso Savanier trasforma il 3-2 e sigla la doppietta personale. Al minuto 53’ cambia nuovamente il copione del match: doppio giallo a Esteve e cartellino rosso, Montpellier in 10 uomini; l’occasione per il pareggio del Clermont arriva sul piede di Gonalons che manda fuori clamorosamente a porta sguarnita. Proprio nel momento migliore degli ospiti arriva il quarto gol del Montpellier, ancora con Al-Tamari. Nel finale tanto nervosismo: rimane in 10 uomini anche il Clermont per il rosso di Borges; nei minuti di recupero il match viene addirittura sospeso perché dalla tifoseria di casa arriva in campo un petardo, il quale esplodendo ferisce il portiere del Clermont. Montpellier che adesso rischia la sconfitta 0-3 a tavolino. Il match che ha regalato tante emozioni nel rettangolo verde, è stato macchiato dagli episodi di violenza sugli spalti nel finale, gara sospesa al 96’ sul punteggio di 4-2.

Lens-Lilla 1-1

Al quarto d’ora Lens a un passo dal vantaggio: colpo di testa di Said e grande respinta del portiere. Al 23’ ancora i padroni di casa pericolosi, il colpo di testa di Sotoca. Ne minuti di recupero sono gli ospiti a sbloccare il punteggio con il colpo di testa di Andre. Il Lille nella prima frazione ha fatto grande fatica nel creare pericoli alla porta del Lens, fatta eccezione per il sussulto che ha portato al vantaggio allo scadere del primo tempo. Nella ripresa i padroni di casa spingono forte alla ricerca del pareggio, Samed si divora il gol del pari di testa. Rete del pareggio che arriva al 70’ con il colpo di testa di Machado, pareggio meritato del Lens. Nel finale spinge forte il pubblico e i padroni di casa sfiorano il gol del vantaggio in più di un’occasione. La sfida termina 1-1, pari che sta stretto al Lens , giallorossi 14^ in classifica a quota 8, Lilla settimo a 12 punti.

Rennes-PSG 1-3

I padroni di casa cominciano forte: al 6’ Kalimuendo impegna Donnarumma. Tanta intensità in avvio del Rennes, PSG troppo compassato. Alla mezz’ora cambia la sfida e la sbloccano i parigini, destro a giro di Vitinha per lo 0-1. Passano appena 4’ e arriva anche il raddoppio del PSG, Hakimi di testa non sbaglia da distanza ravvicinata. La squadra di Luis Enrique ha subito la manovra e l’intensità del Lilla nei primi 20-25 minuti per poi far valere le sue qualità tecniche e colpire due volte in 5 minuti. Comincia la ripresa e accorcia subito le distanze il Rennes: cross di Blass e colpo di testa di Gouiri, Donnarumma battuto e 1-2. Padroni di casa che però appena 2 minuti più tardi si fanno trovare impreparati in fase difensiva lasciando troppo spazio ad Akhimi, marocchino è rapido nel servire Kolo Mouani, il quale ha porta vuota sigla l’1-3, il gol della sicurezza. Nel finale prova a riaprire la sfida il Rennes: Yildirim colpisce la traversa da distanza ravvicinata. Il match termina 1-3, vittoria che restituisce serenità a Luis Enrique e al PSG, adesso terzo in classifica a quota 15; esce sconfitto nonostante una buona prestazione il Rennes che rimane in 8^ posizione a 8 punti.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Allenatori: Milan, Ibra annuncia Fonseca

Paulo Fonseca è il nuovo allenatore del Milan, lo ha annunciato Zlatan Ibrahimovic nel...

Allenatori: Verona, arriva Paolo Zanetti

E’ Paolo Zanetti il nuovo allenatore dell’Hellas Verona, lo ha annunciato il...

Udinese: Inler è il nuovo direttore tecnico

di Gianluca Stanzione – Dopo aver risolto contrattualmente il rapporto con Federico...

Allenatori: Juventus, ecco Thiago Motta

Ora è ufficiale: Thiago Motta è il nuovo allenatore della Juventus. L’ex...