mercoledì , 17 Aprile 2024
Home Primo piano Serie A femminile: i risultati della 8^ giornata
Primo pianoTutte le news

Serie A femminile: i risultati della 8^ giornata

Inarrestabile la Roma, manita Juve all'Inter. Fiorentina terza forza

(foto X Figc Calcio femminile)

di Andrea Casarotti – Nell’ottavo turno di Serie A femminile la Roma continua la sua marcia implacabile, una Juve superlativa schianta l’Inter, Milan e Sassuolo sempre più in crisi, la Fiorentina si conferma terza forza del campionato. Il derby campano va per la terza volta su tre al Pomigliano che supera il Napoli 2-1.

Fiorentina-Como 3-0 (sabato ore 15)

L’anticipo del sabato mette di fronte una Fiorentina che vuole continuare il cammino verso la prossima Champions League e la sorpresa più inaspettata del campionato, il Como Women di mister Marco Bruzzano. Un Como giovane che arriva dalla sconfitta casalinga della giornata scorsa contro la Juventus.
Il primo tempo, bello ed equilibrato con occasioni da entrambe le parti, si conclude sullo 0-0.
Subito in avvio di ripresa l’episodio che sblocca la gara: al 48′ rigore per la Fiorentina trasformato dalla solita Veronica Boquete che sale a 3 gol in questa stagione. Le ragazze di Bruzzano reagiscono ma peccano di precisione soprattutto nell’ultimo passaggio. Al Minuto 63, la svolta della partita: mister De la Fuente butta nella mischia Kajan e Longo (out Mijatovi e Lundin) che 12 minuti dopo chiudono i conti: gol di Longo al 75′, la imita al 78′ Kajan. Il Como cerca di reagire ma non riuscirà a trovare nemmeno il gol della bandiera. Finisce 3-0 per la Viola.

Milan- Sampdoria 1-1 (sabato ore 18)

Una sfida che mette di fronte due situazioni agli antipodi. Da una parta le padroni di casa rossonere che arrivano a questo appuntamento con solo 8 punti in 7 giornate, un inizio molto deludente non solo per i risultati e la posizione di classifica che le piazza nella poule salvezza, ma soprattutto per la totale assenza di gioco e di idee. Dall’altra parta le doriane che arrivano al match con ben 6 punti in classica dopo aver costruito una squadra a una settimana dall’inizio del campionato. Finirà in parità: nonostante le difficoltà economiche e tecniche, le blucerchiate, riescono a fare un’ottima gara, rischiando anche di portarsi a casa i 3 punti. Ennesima delusione per le rossonere di Maurizio Ganz che non riescono a trovare la chiave per uscire dal momento no.

La partita si sblocca al 7′ grazie alla stella rossonera Asllani. In grande difficoltà la Samp che cambia registro nella ripresa tornando in campo più intraprendente e aggressiva. Le doriane spingono con continuità e, anche grazie a qualche ottima parata di Tampieri, riesce a tenere il Milan inchiodato all’unico gol segnato. Al minuto 70, Taty va via per l’ennesima volta a Piga (in netta difficoltà nella marcatura per tutta la gara) che l’atterra in area. L’arbitro fischia il calcio di rigore che propri la Taty trasforma per l’1-1 finale. Con questo risultato la Samp prende a oggi, un vantaggio di 7 punti sulla zona retrocessione diretta e 6 punti dal play. Punto inutile per il Milan che resta ancora in zona poule retrocessione e a 4 punti dal quinto posto occupato dalle interiste e dal Como.

Sassuolo-Roma 0-2 (domenica ore 12.30)

Il Sassuolo che insieme al Milan è la delusione di questo inizio di stagione, ospita nel lunch match una Roma in grande spolvero che arriva dalla vittoria in campionato sulla Juventus e il pareggio importantissimo in Champions League a Monaco, per 2-2 contro il Bayern.
Il tecnico giallorosso Spugna fa un leggero tournover in vista del match europeo di giovedì in casa contro l’Ajax. Le romane partono forte, tengono il pallino del gioco e vengono premiate al 15′ dal gol di Manuela Giugliano.
Le neroverdi non si scuotono e non creano alcun pericolo alle ospiti e così il primo tempo si chiude sul risultato di 1-0 a favore delle giallorosse.

Secondo tempo che rispecchia il primo: Roma in totale controllo, Sassuolo in costante difficoltà. Al 52′ arriva il definitivo 2-0 grazie a Kumagai. Roma che consolida il primato con l’ottava vittoria in altrettante giornate. Continua invece il campionato difficile e complicato del Sassuolo che resta terzultimo a 5 punti, ancora in zona sicurezza lontano dalla zona play-out.

Juventus-Inter 5-0 (domenica ore 16)

Il programma della domenica mette di fronte la Juventus, che deve ripartire subito dopo la sconfitta contro la Roma, e l’Inter che deve dimostrare di aver fatto il salto di qualità e che la sconfitta col Como Women è stato solo un’incidente di percorso.
Tra le fila delle nerazzurre c’è il ritorno tra i pali di Francesca Durante.
Avvio scoppiettane con l’uno – due micidiale della Juve che al minuto 2 e al minuto 5 si porta subito sul 2-0 grazie ai gol di Arianna Caruso e Julia Grosso. La gara è vivace: prima parte nelle mani delle bianconere che si rendono spesso pericolose e conducono le danze; nella seconda metà di tempo salgono in cattedra le ospiti nerazzurre che sfiorano il pari con Cambiaghi. Un gol che avrebbe potuto cambiare l’esito della partita. Brutto scontro verso la fine del primo tempo tra l’attaccante Polli che tenta di colpire di testa e un’uscita scomposta del portiere juventino Peyraud – Magnin. Si va negli spogliatoi sul risultato di 2-1 per le padroni di casa.

In avvio di ripresa tegola per l’Inter costretta a rinunciare ad Agnese Bonfantini costretta ad uscire al minuto 50 per infortunio. Un minuto dopo la Juventus fa tris con il gol di testa di Thomas su assist di Caruso su punizione. Ancora Thomas al 59′ fa doppietta e porta la Juve sul 4-0 con un gran bel tiro forte e preciso. Minuto 78, scontro in aria Simonetti – Girelli e l’arbitro fischia il calcio di rigore. Se ne incarica Cristiana Girelli che non sbaglia e chiude la manita bianconera.

Pomigliano-Napoli 2-1 (domenica ore 18)

Derby del Sud, derby campano, chiamatelo come volete ma è sempre un derby. E’ la terza volta che si gioca questa partita, i due precedenti se li è aggiudicati il Pomigliano nella stagione 2021-2022. Ma oggi è un’altra storia, un’altra pagine da scrivere. Squadre nuove, diverse ex, situazione classifica tragica per entrambe (Napoli a 0 punti con un gol fatto e il Pomigliano 1 punto). Situazioni entrambe critiche, il Pomigliano è stato a un passo dal ritiro, il Napoli ha la panchina che potrebbe saltare mentre quella del Pomigliano è già passata di mano.

Inizio scoppiettante con diversi errori per parte, passa in vantaggio il Pomigliano al minuto 27 con Martinez con deviazione ravvicinata su assist di Bourgouin. Finisce un primo tempo molto intenso, si vede che è un derby molto sentito e carico, 1-0 per il Pomigliano.

Il secondo tempo si apre con un eurogol delle ospiti al minuto 47 di Giacobbo, che riporta il risultato in equilibrio: 1-1 tutto da rifare. La rete del Napoli mancava dalla prima giornata. La ripresa va avanti tra tante occasioni e tanti falli dovuti dal nervosismo. Clamoroso come in ogni derby c’è la sorpresa finale: al minuto 95, fallo da rigore ingenuo di Mauri in area napoletana. Sul dischetto va la Rabot che trasforma con freddezza. Finisce 2-1 per il Pomigliano e la conta dei derby ora è 3-0 per le pantere.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

UCL: ritorno quarti, passano PSG e Borussia Dortmund

di Andrea Cesarini – Sarà Borussia Dortmund-PSG la prima semifinale di Champions...

Serie A: 32^ giornata, curiosità statistiche 

di Marco Schiacca – Nel programma della 32^ giornata del campionato di Serie...

Lazio: Felipe Anderson annuncia l’addio

Ora è ufficiale: si chiuderà a giugno la storia di Felipe Anderson...

Serie A: 32^ giornata, i posticipi di lunedì

Due i posticipi in programma nel lunedì del 32^ turno di Serie...