venerdì , 19 Luglio 2024
Home Rubriche L'editoriale L’editoriale di R. Bernabai: “I destini paralleli di De Rossi e la Roma”
L'editorialePrimo pianoTutte le news

L’editoriale di R. Bernabai: “I destini paralleli di De Rossi e la Roma”

Da capitano giallorosso ad allenatore del presente e del futuro

(foto A. Fraioli)

di Roberto Bernabai – “Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano…” sono i versi di uno dei cavalli di battaglia di Antonello Venditti. Versi che raccontano di sentimenti indissolubili, inossidabili e resistenti a qualsiasi avversità. Addii che non si consumano mai definitivamente, rimangono sospesi nell’attesa di quel momento in cui due anime gemelle obbediscono al fato e si ricongiungono per ripartire e scrivere nuovi capitoli di una storia comune.

Daniele De Rossi e la Roma, due destini paralleli che hanno sovvertito le regole della geometria per tornare ineluttabilmente a incrociarsi. La storia personale di questo ragazzo dai modi garbati, in grado di esprimere le proprie idee con un eloquio non comune, sempre chiaro e mai scontato nei concetti, si interseca col tessuto più profondo di una Società che si è avvalsa sul campo del suo infinito talento e che ora torna ad avvalersi delle qualità di un allenatore che in pochi mesi è riuscito sorprendentemente a mettere tutti d’accordo.

Il presente, e ora anche il futuro della Roma si legano, aggiungerei fatalmente, alla figura di  un quasi esordiente che in pochi mesi ha dimostrato di essere in possesso di tutti quei requisiti che solitamente attengono al patrimonio personale dei veterani della panchina.

Il lavoro di De Rossi, chiamato poco più di tre mesi fa per sostituire un monumento ingombrante come Mourinho, si è rivelato determinante. La missione era quella di ricostruire uno spirito di gruppo completamente smarrito e tornare a inseguire con il gioco quegli obiettivi che sembrava fossero svaniti nel nulla. In tempi ristrettissimi DDR è riuscito a riequilibrare una situazione che stava precipitando verso un buco nero senza ritorno. Non è stato necessario attendere troppo per convincere e portare dalla propria parte anche quei tifosi inconsolabilmente afflitti a causa dell’esonero del pluridecorato tecnico portoghese.

Daniele ha ricostruito velocemente uno spogliatoio disorientato, ha lavorato intensamente sulla mente dei suoi giocatori e ha restituito autostima e consapevolezza. Proprio quello che occorreva a un gruppo il cui valore oggettivo non poteva giustificare le prestazioni scomposte e deludenti fornite in un intero girone di andata.
Poi il lavoro sul campo, duro, insistente e perseverante per infondere una filosofia di gioco che si basasse sulla consapevolezza dei propri mezzi, mandando a memoria il motto “rispetto per tutti paura di nessuno”.

La rotta è stata invertita in maniera radicale. Giocatori giudicati scarsi o indifferenti e distaccati rispetto alla causa comune, hanno recuperato la gioia e soprattutto la voglia di esprimere i propri talenti per perseguire l’obiettivo.
La Roma ha così ritrovato tutte le proprie ambizioni in campionato e in Europa, correggendo in corsa gli sviluppi di una storia che si protrarrà anche nel futuro con i tempi e i modi che conosceremo prossimamente.
I Friedkin che notoriamente preferiscono i fatti alle parole, hanno deciso di concedere a De Rossi un’apertura di credito importante. Il prologo di questa avventura è stato fin qui entusiasmante, se il resto del racconto si rivelerà all’altezza delle premesse lo scopriremo solo vivendo.

Roberto Bernabai

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Calciomercato: Juventus, arrivato Cabal

La Juventus ha annunciato l’accordo con l’Hellas Verona per il trasferimento a...

Calciomercato: Empoli, Vasquez in prestito

Il portiere colombiano classe ’98 Devis Vásquez di proprietà del Milan è...

Calciomercato: Como, ufficiale Reina

Il portiere spagnolo Pepe Reina torna in Italia e firma con il...

Calciomercato: Roma, Ryan il vice Svilar

La Roma ha annunciato l’acquisto di Mathew Ryan portiere classe 1992 svincolato...