lunedì , 11 Dicembre 2023
Home Primo piano Serie A: termina 2-2 tra Udinese e Monza
Primo pianoTutte le news

Serie A: termina 2-2 tra Udinese e Monza

In pieno recupero il definitivo pareggio di Beto su rigore

di Tiziano Dipanati – Finisce in pareggio il match delle 12.30 tra Udinese e Monza. Lovric porta in vantaggio i padroni di casa al 18′, ma ribaltano poi il risultato Colpani al 48′ e Rovella al 56′. A tempo quasi scaduto, è Beto dal dischetto a rimettere a posto le cose per l’Udinese. Friulani che conquistano il quinto risultato utile consecutivo in casa, totalizzando una vittoria e quattro pareggi negli ultimi impegni alla Dacia Arena.

Un risultato che non sposta molto la situazione delle due squadre, che rimangono nella zona centrale della classifica.

La partita

Sottil schiera Success accanto a Beto per provare a fare breccia nella retroguardia avversaria, mentre è assente per squalifica Pereyra. Sorprende invece la scelta di Palladino di schierare Valoti come unico riferimento offensivo, lasciando Petagna in panchina. Per il Monza, fuori Mota e Caprari.

La partita inizia senza vere e proprie occasioni nitide, ma al 18′ è la squadra friulana a sbloccare il risultato: Walace riceve una sponda da Beto e serve Lovric, che sfrutta lo spazio lasciato dalla difesa avversaria e batte Di Gregorio con freddezza. Prova a reagire il Monza, ma soffre il pressing della formazione di casa, che crea ancora due occasioni con lo stesso autore del gol. È Colpani il primo a cercare il pareggio con un sinistro sul primo palo al 35′, ma Silvestri è attento.

La ripresa si apre subito con una rete degli ospiti: fuga sulla sinistra di Carlos Augusto, che mette in mezzo e trova Colpani pronto a mettere la palla alle spalle del portiere bianconero al 48′. Il Monza prende fiducia, e riesce a trovare anche il gol del sorpasso al 56′ con Rovella, che sfrutta l’imbucata dei Sensi e si invola verso la porta per l’1-2. Prova ad alzare il ritmo l’Udinese, ma fatica a farlo. A sfiorare di nuovo il gol è anzi la squadra di Palladino con Rovella, che non riesce ad impattare il pallone di testa per pochi centimetri. Al 90′ arriva l’episodio chiave: contatto tra Petagna e Nestorovski in area, e l’arbitro concede il penalty all’Udinese. Beto si presenta sul dischetto e non sbaglia, andando a siglare il definitivo 2-2.

Il tabellino

Udinese-Monza 2-2 

Marcatori: 18′ Lovric (U), 3′ st Colpani (M), 11′ st Rovella (M), 47′ st Beto rig. (U).

Udinese (3-5-2): Silvestri; Becão, Bijol, Pérez (38′ st Thauvin); Ehizibue (23′ st Ebosele), Samardžić (23′ st Pafundi), Walace, Lovric (35′ st Arslan), Udogie; Beto, Success (38′ st Nestorovski). Allenatore: Sottil. A disposizione: Padelli, Piana, Festy, Masina, Zeegelaar, Abankwah, Buta, Guessand.

Monza (3-4-2-1): Di Gregorio; Antov (15′ st Caldirola), Pablo Marí, Izzo; Ciurria, Pessina, Rovella (35′ st Barberis), Carlos Augusto; Colpani (22′ st Birindelli), Sensi (15′ st Petagna); Valoti (35′ st Machin). Allenatore: Palladino. A disposizione: Cragno, Sorrentino, Donati, Marlon, Gytkjaer, Carboni, Marić, D’Alessandro, Vignato.

Arbitro: Massimi

Le dichiarazioni del post partita

SOTTIL – “Ci tenevamo moltissimo, questa squadra veniva da 7 punti in 3 partite. Nel primo tempo abbiamo fatto quello che abbiamo preparato. Abbiamo anche tirato per raddoppiare. Poi quello che c’è da migliorare è sui gol, abbiamo preso due reti che hanno cambiato la gara a livello psicologico, non è stato semplice ritrovarsi sotto subito dopo quel primo tempo. Ci siamo un po’ innervositi e secondo me i cambi hanno dato qualcosina. Per quanto fatto, perdere sarebbe stato troppo”.

PALLADINO – “A fine gara ero molto arrabbiato, c’è rammarico. Dopo aver fatto un primo tempo dove l’Udinese ci chiudeva le linee di passaggio abbiamo preso gol su una ripartenza a campo aperto, dove non siamo stati bravi nelle letture. Purtroppo non abbiamo percepito il pericolo, si potevano fare meglio alcune cose. Nella ripresa siamo stati una squadra totalmente diversa, mettendo sotto l’Udinese dall’inizio alla fine ma senza sfruttare le occasioni in ripartenza per il terzo gol. Non parlo mai degli arbitri, sono un po’ arrabbiato perché secondo me il metro di giudizio è stato diverso nei due episodi. Secondo me ci potevano essere sia il rigore per l’Udinese sia per noi, secondo me quella è la chiave di lettura”.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Serie A: 15^ giornata, le gare di domenica

Al Benito Stirpe il lunch match della 15^ giornata tra Frosinone e...

Serie A: 15^ giornata, le gare di sabato

E’ la gara tra Hellas Verona e Lazio ad aprire il sabato...

Serie A: Juve-Napoli 1-0, l’anticipo di venerdì

E’ Juventus-Napoli il big match che apre la 15^ giornata di Serie...

Arbitri: curiosità sulle designazioni della 15^ giornata di Serie A

Di Marco Schiacca –  Il programma delle designazioni della 15^ giornata del campionato di Serie...