mercoledì , 17 Aprile 2024
Home Primo piano Serie A: 10^ giornata, le gare di lunedì
Primo pianoTutte le news

Serie A: 10^ giornata, le gare di lunedì

Scamacca e Immobile trascinano Atalanta e Lazio alla vittoria

(Foto A.Fraioli)

La 10^ giornata del campionato della Serie A si chiude con l’Atalanta a valanga sull’Empoli al Castellani e la Lazio di misura all’Olimpico contro la Fiorentina con un rigore all’ultimo minuto trasformato con freddezza da Ciro Immobile subentrato nell’ultimo quarto d’ora di gioco.

Empoli-Atalanta 0-3 ore 18.30

L’Atalanta travolge l’Empoli al Castellani, i toscani che arrivavano dalla vittoria nel derby con la Fiorentina non riescono a fermare i nerazzurri.

Gasperini, dopo il pari di Europa League, schiera la coppia Lookman-Scamacca con Koopmeiners alle spalle; Hateboer a sostituire l’infortunato Zappacosta con Ruggeri dall’altro lato, De Roon ed Ederson in mediana, la difesa vede il recuperato Kolasinac con Scalvini e Djimsiti preferito a Toloi. La gara si sblocca subito quando Lookman pesca Gianluca Scamacca che di tacco batte Berisha portando avanti gli orobici (5’). Al 29’ minuto di gioco arriva il raddoppio con l’olandese Koopmeiners che raccoglie uno splendido suggerimento dello stesso Scamacca e con un destro imparabile trova la rete. Il primo tempo termine sullo 0-2 con Scamacca sugli scudi ed un Empoli annichilito dagli uomini di Gasperini.

La ripresa comincia sulla falsa riga della prima frazione di gioco ed i bergamaschi legittimano il risultato portando a tre le reti di vantaggio ancora con lo scatenato attaccante romano Scamacca che al minuto 51’ che su assist filtrante perfetto di De Roon con un gran destro buca ancora la porta dei toscani. L’unico acuto dei padroni di casa arriva con Fazzini, il giovane al minuto 80’ sfruttando un ottimo passaggio di un compagno non riesce a sorprendere Musso che sventa il pericolo. (e.m.)

Lazio-Fiorentina 1-0 ore 20.45

La Lazio di Maurizio Sarri vince in extremis una sfida equilibratissima contro la Fiorentina di Vincenzo Italiano grazie ad un calcio di rigore nei minuti di recupero del capitano Ciro Immobile, subentrato nella ripresa al posto di Castellanos.

Sfida a cui le due squadre arrivano dopo una settimana agli antipodi: vittoria in campionato e sconfitta in Champions per la Lazio, sconfitta contro l’Empoli e vittoria in Conference per la Fiorentina.
Al minuto 8’, Nico Gonzalez regala alla Lazio un’ottima chance per il vantaggio, tenendo la palla in campo con il tacco, ma sul successivo cross di Guendouzi non arriva nessuno. All’11’ arriva Ila prima parata della partita, con Provedel che blocca a terra la conclusione di Nico Gonzalez. La Lazio risponde subito in contropiede, con Castellanos che serve Luis Alberto, ma lo spagnolo coglie l’esterno della rete. Al minuto 13’ viene annullato il goal del possibile vantaggio alla Fiorentina a causa di un tocco di mano da parte di Beltran, che era stato abile a superare Patric in velocità e depositare in rete dopo aver dribblato Provedel. Al 17’ ci prova ancora Beltran, ma il colpo di testa dell’attaccante Viola si spegne sul palo.
Al 29’ altra occasione per i padroni di casa, questa volta con Zaccagni, che si sposta la palla ma calcia al lato.
Primo tempo che si chiude a reti bianche.

Un solo cambio ad inizio ripresa, con Mandragora inserito al posto di Duncan.
Primo tiro in porta anche in questa frazione da parte della squadra di Italiano, con Parisi che calcia al volo, scomodando appena Provedel. Al 57’ ci prova Castellanos, ma calcia alto con il corpo sbilanciato. Pochi secondi dopo Terracciano è miracoloso sulla conclusione in girata da pochi passi di Felipe Anderson. Il portiere della Viola si esalta anche al 65’, questa volta su Luis Alberto. I biancocelesti ci provano nuovamente in contropiede, con il neo-entrato Kamada che serve in contropiede Felipe Anderson, il quale perde l’attimo giusto per calciare. Al minuto 77’ Maurizio Sarri decide di mandare in campo Pedro e Immobile, un cambio che si rivelerà decisivo. All’82 ci prova ancora la Lazio con Vecino, ma il destro dell’uruguagio è al lato di poco. La Fiorentina sfiora il gol due volte nel finale, prima con Nzola, più con Maxime Lopez.
L’ultima a mollare è però la squadra di Sarri, che nell’ultimo dei 4 minuti di recupero si procura un calcio di rigore per fallo di mano di Milenkovic su colpo di testa di Vecino, servito dal cross di Pedro. Dal dischetto la responsabilità è tutta nei piedi Ciro Immobile che dagli undici metri è glaciale: pallone da una parte, Terracciano dall’altra.

La Lazio vince in extremis una partita soffertissima grazie al gol ritrovato del proprio capitano, che al termine del match si commuove, considerate anche le polemiche che lo hanno coinvolto in prima persona nelle ultime settimane per via di un’intervista rilasciata al Messaggero.
Biancoceleti che si portano a -1 dalla Fiorentina, che si ferma al sesto posto con 17 punti. (m.b.)

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

UCL: ritorno quarti, passano PSG e Borussia Dortmund

di Andrea Cesarini – Sarà Borussia Dortmund-PSG la prima semifinale di Champions...

Serie A: 32^ giornata, curiosità statistiche 

di Marco Schiacca – Nel programma della 32^ giornata del campionato di Serie...

Lazio: Felipe Anderson annuncia l’addio

Ora è ufficiale: si chiuderà a giugno la storia di Felipe Anderson...

Serie A: 32^ giornata, i posticipi di lunedì

Due i posticipi in programma nel lunedì del 32^ turno di Serie...