sabato , 15 Giugno 2024
Home Primo piano Euro 2024: 10^ giornata, gruppo G
Primo pianoTutte le news

Euro 2024: 10^ giornata, gruppo G

Pari per la Serbia che si qualifica alle spalle dell'Ungheria

Per la decima giornata di qualificazioni al prossimo Europeo del gruppo G, sono scese in campo l’Ungheria già qualificata che ha superato il Montenegro 3-1 trascinata da una doppietta di Szoboszlai in due minuti e la Serbia che ha pareggiato 2-2 in casa con la Bulgaria già eliminata. La nazionale dello juventino Vlahovic stacca il pass per la Germania da seconda del girone.

Ungheria-Montenegro 3-1

Al Puskas Arena di Budapest l’Ungheria guidata dall’italiano Marco Rossi è già certa della qualificazione e legittima il primato nel girone regolando Montenegro per 3-1. Jovetic e compagni avevano una sola possibilità di centrare l’obiettivo: vincere questa gara e sperare in una sconfitta della Serbia impegnata in casa contro lo Bulgaria.

Ospiti che assaporano l’impresa al 36’ del primo tempo, quando riescono a sbloccare la gara con Slobodan Rubezic che di testa infila sotto la traversa superando il portiere avversaro Mijatovic. L’occasione per il pareggio ungherese arriva al 44’ ma Gazdag spedisce al lato da buona posizione. Si va al riposo con Montenegro avanti di un gol.

Nella ripresa la partita resta aperta fino al 66’ quando sale in cattedra il capitano Dominik Szoboszlai: il centrocampista del Liverpool entra in area palla al piede, dribbla un paio di avversari, incrocia il destro e riporta il match in equilibrio. Si ripete due minuti più tardi, stavolta di sinistro, pescato da un filtrante di Adam. Ungheria in vantaggio per 2-1.

Al terzo dei 7 minuti di recupero concessi dall’arbitro olandese Mekkelie, i padroni di casa calano il tris. Lo firma Adam Nagy che capitalizza gli sviluppi di un calcio di punizione dal limite battuto da Szoboszlai avventandosi sulla respinta coi pugni del secondo portiere montenegrino Djukic subentrato al 58’ a Mijatovic infortunato.

Finisce 3-1 con l’Ungheria che festeggia con i propri tifosi la partecipazione al prossimo Europeo e con il Montenegro che chiude al terzo posto ed è fuori da tutto.

Serbia-Bulgaria 2-2

Al Gradski stadion Dubočica di Leskovac alla Serbia di Dragan Stojkovic basta un pari contro la Bulgaria per ottenere il pass a Euro 2024 alle spalle dell’Ungheria di Marco Rossi.

Padroni di casa in vantaggio al 17’: corner battuto da Tadic sul secondo palo, colpo di testa di Gudelj sulla traversa, risolve Milos Veljkovic che insacca, ancora di testa, il suo primo gol con la maglia della Nazionale. Non si fermano i serbi che vogliono evitare sorprese ma mancano il raddoppio almeno in un paio di occasioni, prima Kostic, poi con Zivkovic. Il primo tempo chiude così sul punteggio di 1-0.

Nella ripresa la Serbia rischia di incassare il gol del pari al 54’ ma è attento il portiere Milinkovic-Savic che nulla può 5 minuti più tardi sul destro di Rusev favorito da un pasticcio della difesa. La Bulgaria mette la freccia al 69’ con l’ex Cagliari Despotov servito da Krastev sul filo del fuorigioco che buca il numero uno del Torino con un destro in diagonale. Al minuto 82 da corner l’ex Ajax Tadic pesca perfettamente Babic che in area svetta di testa e, con freddezza e precisione, riporta in parità il risultato, che sarà quello finale.

Per la prima volta nella storia, la Nazionale serba si qualifica all’Europeo. L’ultima volta, nell’edizione del 2000, partecipò come Serbia e Montenegro. La Bulgaria chiude all’ultimo posto nel girone con soli 4 punti ottenuti.

Classifica gruppo G

Ungheria 18 punti
Serbia 14 punti
Montenegro 11 punti
Lituania 6 punti
Bulgaria 4 punti

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Euro 2024: 1^ giornata – gruppo A, Germania-Scozia 5-1

di Marcello Baldi – Nella gara d’esordio di Euro2024, la Germania vince...

Calcio stra-ordinario: il derby di Mostar

di Andrea Iustulin – Il derby di Mostar, conosciuto anche come “Vječiti...

Allenatori: Udinese, panchina a Runjaic

Dopo la separazione con Fabio Cannavaro, l’Udinese ha scelto di affidare al...

Euro 2024: presentato il pallone ufficiale

di Andrea Cesarini – Si chiama Fussballiebe, in tedesco “amore per il...