giovedì , 13 Giugno 2024
Home Primo piano UCL: Milan-Napoli 1-0. Verdetto rimandato alla gara di ritorno 
Primo pianoTutte le news

UCL: Milan-Napoli 1-0. Verdetto rimandato alla gara di ritorno 

Al Maradona mancheranno Anguissa e Kim squalificati

di Andrea Cesarini – Il Milan replica la vittoria in campionato e batte nuovamente il Napoli. Al termine di una gara molto combattuta, i rossoneri si aggiudicano il primo round di questo quarto di finale di Champions League grazie a un gol di Bennacer. Nel match di ritorno Spalletti dovrà fare a meno di Anguissa e Kim squalificati ma punta a recuperare Oshimen.

La partita

Il Milan scende in campo con il 4-2-3-1, Kjaer torna titolare al centro della difesa, Tonali e Krunic in mezzo al campo e Giroud unica punta. Spalletti che deve fare i conti con le assenze pesanti di Oshimen e Simeone sceglie il 4-3-3 con Elmas falso nove. Ai suoi lati Lozano e Kvaratskhelia.

Partono forte gli ospiti e già al 1’ vanno vicini al gol. Grande azione di Anguissa sulla destra, palla in mezzo per Kvaratskhelia che a botta sicura si fa respingere il tiro sulla linea da Krunic, sul rimpallo arriva Mario Rui che calcia alto da ottima posizione. Al 10’ Kvara e Elmas combinano al limite dell’area in un’azione pericolosa. Passano appena due minuti Zielinski dai 20 metri impegna Maignan con una botta di sinistro. Sull’ angolo seguente Di Lorenzo colpisce di testa e la palla esce di poco.

Al 25’ break di Leao che parte dalla propria metà campo superando tutta la difesa partenopea ma il suo sinistro termina al lato di un soffio con Meret battuto. Il portoghese si dispera e colpisce la bandierina distruggendola. L’arbitro rumeno Kovacs, stasera poco convincente, evita all’attaccante di Pioli una sacrosanta ammonizione.
Il pericolo scampato spaventa il Napoli che comincia ad accusare la mancanza di peso in attacco. Al 40’ il gol partita. Grande giocata di Brahim Diaz che si libera sulla propria trequarti di campo. Dopo 50 metri palla al piede pesca Leao sulla destra. Il portoghese rimette in mezzo di prima, la palla viene raccolta dall’accorrente Bennacer che di sinistro al volo fulmina Meret.

Il Napoli sbanda e nei minuti di recupero subisce due occasioni da gol. Prima Tonali dal centro dell’area si fa ribattere il tiro e poi Kjaer di testa da calcio d’angolo colpisce una clamorosa traversa. Il tempo si chiude con il Napoli che tira un sospiro di sollievo.

La ripresa si apre senza cambi. Il Napoli parte forte alla ricerca del pari: al 50’ Elmas di testa prova a scavalcare Maignan che però si salva in angolo. Al 52’ un tiro di Di Lorenzo viene deviato ancora in angolo.
Dopo un’ora i due tecnici effettuano i primi cambi: Saelemaekers per Bennacer per Pioli, Raspadori per un deludente Lozano per Spalletti. Al 74’ ingenuità imperdonabile di Anguissa che già ammonito commette fallo su Theo Hernandez. Secondo giallo inevitabile e Napoli in 10.
Il Milan prova ad approfittare della superiorità numerica con un Leao irresistibile sulla sinistra, DI Lorenzo, ammonito in precedenza per proteste, fatica a contenerlo.
L’inferiorità numerica innervosisce il Napoli, al 78’ Kim, diffidato, si fa ammonire per una plateale protesta e salterà il ritorno al Maradona.
Quando tutti si aspettano il raddoppio del Milan gli uomini di Spalletti reagiscono con l’orgoglio e negli ultimi minuti vanno più volte vicini al clamoroso pareggio. Al 87’ Di Lorenzo, il più pericoloso dei suoi, costringe Maignan a un miracolo, nella stessa azione Olivera di testa da due passi manda alto.

Il triplice fischio di Kovacs sancisce una giusta vittoria del Milan che però dovrà sudarsi la qualificazione nella gara di ritorno. Il Napoli spera di recuperare Oshimen per cercare di ribaltare il risultato.

Il tabellino

MILAN-NAPOLI 1-0

Milan (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kjaer, Tomori, Theo Hernandez; Tonali, Krunic; Brahim Diaz (35′ st Rebic), Bennacer (22′ st Saelemaekers), Leao; Giroud. A disp.: Mirante, Ballo-Toure, Kalulu, Florenzi, Origi, Thiaw, Messias, Pobega, Gabbia, De Ketelaere. All.: Pioli

Napoli (4-3-3): Meret, Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Mario Rui (36′ st Olivera); Anguissa, Lobotka, Zielinski (35′ st Ndombele); Lozano (24′ st Raspadori), Elmas, Kvaratskhelia (36′ st Politano). A disp.: Idasiak, Gollini, Juan Jesus, Ostigard, Gaetano, Bereszinski. All.: Spalletti

Arbitro:Kovacs (Romania)

Marcatori: 40′ Bennacer

Ammoniti: Zielinski (N), Bennacer (M), Di Lorenzo (N), Anguissa (N), Saelemaekers (M), Rrahmani (N), Calabria (M) Espulsi: Al 29′ st Anguissa (N) per doppia ammonizione

Le dichiarazioni post partita

PIOLI – “E’ stata una partita molto intensa giocata da due grandi squadre. Una partita equilibrata con qualche errore tecnico dalle due parti. Loro sono partiti meglio di noi ma poi la partita l’abbiamo fatta. C’è un po’ di rimpianto per non aver sfruttato la superiorità numerica. E’ un risultato che ci tiene in corsa per il passaggio del turno”.

SPALLETTI – “La sfida è apertissima. Sapevamo che sarebbe stato difficile portare a casa un risultato decisivo sulla seconda partita. Devo fare i complimenti ai miei calciatori perché abbiamo avuto una grande reazione caratteriale dopo la sconfitta in campionato. Non mi preoccupano le assenze per il ritorno. Siamo arrivati qui vincendo molte partite, non è stato determinato un episodio che ha determinato il nostro cammino. Siamo avanti 20 punti a una squadra che giocherà una semifinale di Champions League e non dipende solo da un giocatore. Anche senza un terminale d’attacco abbiamo giocato bene, Maignan ha fatto parate determinanti. Parlate voi della gestione dei cartellini. Krunic ha fatto un fallo peggiore di quello di Zielinski e non è stato ammonito”.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Allenatori: Milan, Ibra annuncia Fonseca

Paulo Fonseca è il nuovo allenatore del Milan, lo ha annunciato Zlatan Ibrahimovic nel...

Allenatori: Verona, arriva Paolo Zanetti

E’ Paolo Zanetti il nuovo allenatore dell’Hellas Verona, lo ha annunciato il...

Udinese: Inler è il nuovo direttore tecnico

di Gianluca Stanzione – Dopo aver risolto contrattualmente il rapporto con Federico...

Allenatori: Juventus, ecco Thiago Motta

Ora è ufficiale: Thiago Motta è il nuovo allenatore della Juventus. L’ex...