lunedì , 15 Luglio 2024
Home Primo piano Arabia: oggi a Riyad presentato Mancini
Primo pianoTutte le news

Arabia: oggi a Riyad presentato Mancini

Il nuovo ct dei sauditi: "Contatti iniziati a metà agosto"

È iniziata l’avventura di Roberto Mancini come capo allenatore della Nazionale dell’Arabia Saudita. Il nuovo ct è stato presentato nel pomeriggio in un hotel al centro di Riyad da Yasser Al Misehal, presidente della Saudi Arabia Football Federation.

L’ufficialità dell’incarico, arrivata ieri tramite un video sui canali social della Federcalcio saudita, pone la pietra tombale sulla versione di Mancini in merito alle motivazioni delle dimissioni da commissario tecnico della Nazionale italiana.
L’Arabia non c’entra nulla”, “Non sentivo più la fiducia”, “Gravina avrebbe potuto trattenermi”, questo aveva spiegato Mancini nel tentativo di mettere a tacere le voci di una decisione a sfondo prettamente economico.

Mi hanno trattato come il mostro di Firenze” si è lasciato scappare il Mancio lasciando l’Italia per raggiungere Riyad, ma è oggettivamente difficile credere che al momento della famosa pec, inviata alla Figc il 13 agosto scorso, non ci fossero stati ancora contatti con la SAFF come il ct ha tentato di sostenere ancora oggi.

L’allenatore italiano si è legato all’Arabia Saudita fino al 2027 con un ingaggio vicino ai 20 milioni a stagione, più benefit e bonus legati ai risultati, primo fra tutti la qualificazione al Mondiale del 2026. Nell’avventura araba sarà affiancato dai suoi fedelissimi a partire da Fausto Salsano e Attilio Lombardo.

La conferenza stampa

Dall’annuncio alla presentazione nel giro di poche ore. “Voglio ringraziare il presidente per avermi scelto e sono molto orgoglioso di essere qui e di iniziare il mio lavoro“, esordisce Mancini esordisce ringraziando il presidente federale Yasser Al Misehal seduto al suo fianco.

CONTATTI CON LA SAFF – Ho iniziato a parlare con la Federazione a metà agosto ed è normale che alcuni dei miei assistenti non sapevano di questa situazione. Alcuni devono sbrigare delle cose in Italia, ma siamo abbastanza per cominciare a lavorare. Conoscevamo già la squadra, abbiamo visto le partite dei mondiali e sappiamo che ci sono diversi giocatori interessanti“.

POSSIBILI DIFFICOLTA’ – “È chiaro che servirà tempo, ma siamo sicuri che lavorando bene e duramente possiamo insegnare alla squadra ad attaccare bene e a segnare tanto. Non è facile in questo momento, ma penso che col nostro lavoro possiamo farcela”.

ESORDIO VICINO – Quando ho iniziato con l’Italia ho preso la squadra tre giorni prima di giocare proprio contro l’Arabia. È vero che conoscevo i giocatori, ma i prossimi 10 giorni saranno importanti e già negli scorsi giorni ho visto i giocatori e li ho cominciati a studiare. Dobbiamo iniziare a lavorare duro“.

CONVOCAZIONI – In Italia non abbiamo solo tre giocatori da scegliere per ogni squadra, per noi il fatto che ci siano tre sauditi a squadra è un bene perché abbiamo tempo per seguirli. Abbiamo fiducia nei giovani, sappiamo che nell’Under 21 ci sono tanti giocatori interessanti e investiremo su di loro per il bene e per il futuro dell’Arabia”.

MERCATO ESTIVO DEI CLUB ARABI – Penso che per il campionato saudita sia positivo che arrivino tutte queste star, perché possono aiutare ad alzare il livello del campionato. È successo anche in Italia, con tanti stranieri arrivati da noi nel passato che ci hanno aiutato a migliorare a livello tecnico. Noi siamo fiduciosi sui giocatori da scegliere per la nazionale araba. L’Arabia ha un potenziale incredibile sul mercato, ma in Italia ci sono veramente pochi giocatori italiani ed è difficile scegliere e bisogna investire sui giocatori giovani. Sono sicuro che qui riusciremo a lavorare bene e per il bene dell’Arabia“.

OBIETTIVI DELLA NAZIONALE ARABA – Non sono un mago. Posso dire ai tifosi che lavoreremo duramente perché vogliamo provare a vincere qualcosa di importante. Abbiamo un buon talento in nazionale, ma ora l’unica cosa che posso dire è che lavoreremo duramente per costruire qualcosa di importante qui in Arabia. Penso che abbiamo dei giocatori buoni, quando inizieremo a lavorare valuteremo tutto. Renard ha fatto un buon lavoro, noi cercheremo di far migliorare i ragazzi. Dopo aver parlato inizieremo a lavorare sul campo e tutto sarà diverso“.

VITTORIA STORICA SULL’ARGENTINA – Voglio ringraziare tutti i giocatori che hanno battuto l’Argentina alla prima del Mondiale perché hanno permesso alla mia Italia di mantenere il record per imbattibilità che loro avrebbero potuto raggiungere. Nelle partite serve anche fortuna, ma con l’Argentina hanno giocato bene e segnato due gol molto belli“.

PRIMO OBIETTIVO COPPA D’ASIA – Per noi è importante avere dei top player in Arabia perché così i giocatori possono migliorare. Ovunque basta pagare meglio gli ingaggi per prendersi un giocatore. Il nostro obiettivo è vincere la Coppa d’Asia dopo 26 anni, ora abbiamo amichevoli e partite per i Mondiali, poi prepareremo la competizione e sono sicuro che possiamo andare a giocarci la vittoria. Tutti qui devono pensare che tutto è possibile e raggiungibile“.

SUBITO AL LAVORO – “Stasera guarderemo delle partite, poi avrò del tempo per decidere, lavorare e migliorare anche il nostro stile di lavoro. Sono fiducioso che riusciremo a fare bene per migliorarci e migliorare la squadra. Essendo qui tutto è più semplice. Chiamatemi Mancio, come quando ero un giocatore“.

(Video Saudi National Team)

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

Euro 2024: la Spagna è campione d’Europa

di Andrea Cesarini – La Spagna è Campione d’Europa 12 anni dopo...

Calciomercato: Bologna, ceduto Zirkzee

Ora è ufficiale Joshua Zirkzee lascia il Bologna per approdare in Premier...

Calciomercato: Lazio, Tavares già in ritiro

di Marcello Baldi – La Lazio ha annunciato l’acquisto del difensore Nuno...

Copa America: Uruguay sul podio, superato il Canada

di Edoardo Colletti – In attesa della finale tra Argentina e Colombia,...