giovedì , 22 Febbraio 2024
Home Primo piano Serie A: presentazione della 27^ giornata
Primo pianoTutte le news

Serie A: presentazione della 27^ giornata

Inter-Juventus e derby di Roma i big match

Foto sito Lega Serie A

di Tiziano Dipanati – Il campionato di Serie A si avvia verso la volata finale, e mentre il Napoli continua la sua corsa solitaria in testa alla classifica, la lotta per i primi quattro posti e quella per la salvezza si fanno sempre più accese. Lazio-Roma e Inter-Juventus le partite di cartello. Il Milan sarà ospite ad Udine, mentre l’Atalanta giocherà in casa contro l’Empoli per continuare a sperare in una rimonta Champions. Scontro in coda tra Sampdoria e Verona, mentre il Napoli sarà a Torino per ribadire la sua egemonia contro i granata di Jurić.

Sassuolo-Spezia (venerdì 17 marzo ore 18:30)

Il Sassuolo arriva da un’importante vittoria all’Olimpico contro la Roma, e la sua posizione di centro classifica può adesso giocare a favore della squadra di Dionisi nell’approcciare in maniera più serena le partite finali della stagione. In difesa, per i neroverdi, sarà assente per squalifica Tressoldi: al suo posto, Erlić. Centrocampo a tre con Henrique, Lopez e Frattesi, mentre vanno verso la conferma Berardi-Pinamonti-Laurienté in attacco.

Lo Spezia sembra aver cambiato marcia dall’arrivo di Semplici, e dopo l’inaspettata vittoria contro l’Inter nell’ultimo turno, la salvezza sembra veramente a portata di mano. Per i liguri, infortunati Holm e Bastoni, ma di ritorno dalla squalifica Reca, che però non è al meglio. Potrebbe partire di nuovo dal 1′ Nikolaou a sinistra della difesa, mentre va verso la conferma da titolare a centrocampo Żurkowski. Davanti, Gyasi-Nzola-Shomurodov, con Verdi pronto a insidiare l’uzbeko.

Atalanta-Empoli (venerdì 17 marzo ore 20:45)

L’Atalanta non vince in campionato dall’11 febbraio contro la Lazio, e la zona Champions sembra essere sempre più lontana. In questa giornata, però, ha la possibilità di rientrare a far parte delle squadre in lotta per i primi quattro posti approfittando degli scontri diretti in programma. Tra i bergamaschi, oltre Hateboer e Koopmeiners, indisponibile Djimsiti, infortunatosi contro il Napoli. Diversi i ballottaggi per Gasperini: Scalvini-Demiral in difesa, Boga-Pašalić sulla trequarti e Zapata-Lookman accanto ad Højlund in attacco.

L’Empoli arriva da tre sconfitte consecutive, e quella di Bergamo non è certamente la partita più semplice per risollevarsi. Da valutare l’impiego di Vicario in porta, che potrebbe di nuovo lasciare il posto a Perisan. A destra della difesa, possibile partenza dal 1′ per Stojanović a discapito di Ebuehi. In attacco pronta la coppia Caputo-Satriano, con Baldanzi a supporto.

Monza-Cremonese (sabato 18 marzo ore 15:00)

Un Monza stabile a centro classifica ospita invece la Cremonese di Ballardini, sempre in cerca di preziosi punti per una complicatissima salvezza.

Per i padroni di casa, ancora indisponibile Marlon, e quindi sarà di nuovo Caldirola ad affiancare Izzo e Marí in difesa. Sulla mediana, Sensi e Pessina, mentre Ciurria agirà alle spalle di Petagna e Caprari. Ancora ai box Mota.

Gli ospiti dovranno valutare le condizioni di Chiricheș, che se non dovesse farcela cederebbe il posto a Bianchetti nella retroguardia a tre. In attacco, dubbio Dessers-Ciofani insieme agli esterni Tsadjout e Okereke.

Salernitana-Bologna (sabato 18 marzo ore 18:00)

Dall’arrivo di Paulo Sousa, la Salernitana ha conquistato punti pesanti in ottica salvezza. Il match casalingo contro il Bologna sarà un vero e proprio banco di prova che potrà dare al tecnico importanti conferme sul lavoro svolto fino ad ora. Il mister potrà contare sui ritorni di Fazio e Bronn, che però partirebbero dalla panchina. In porta si va verso la conferma di Ochoa, mentre davanti si pensa ad una squadra a trazione anteriore con Dia e Candreva alle spalle di uno tra Bonazzoli e Piątek.

Gli ospiti si trovano a -6 dall’Atalanta sesta in classifica, e il sogno europeo si fa strada tra i tifosi. Ancora out Domínguez a centrocampo, ma pronto al rientro Orsolini, che potrà partire titolare. Barrow favorito su Arnautović come punta.

Udinese-Milan (sabato 18 marzo ore 20:45)

L’Udinese ha ritrovato la vittoria nell’ultimo turno di campionato contro l’Empoli, e con il Milan vorrà dare continuità a una ripresa che si aspettava da tempo. Per Sottil pochi i dubbi: a centrocampo, Lovric e Pereyra sono in vantaggio su Samardžić e Arslan, mentre accanto a Beto in attacco, solito ballottaggio Success-Thauvin.

I rossoneri arrivano invece da un importante passaggio del turno in Champions League, dopo aver però subito un pareggio casalingo contro la Salernitana in Serie A. Gli uomini di Pioli sono attualmente quarti in classifica, ma gli scontri diretti di questo turno potrebbero essere favorevoli al Milan. Per gli ospiti sarà assente Giroud per squalifica, e come terminale offensivo potrebbe esserci uno tra Origi e Rebić. In difesa, confermati Thiaw, Tomori e Kalulu, mentre a centrocampo ci saranno Tonali e Bennacer. Sulle corsie laterali, pronti Hernández e Saelemaekers. Sulla trequarti, Díaz preferito a De Ketelaere, con Leão a supporto della punta.

Sampdoria-Verona (domenica 19 marzo ore 12:30)

Scontro di bassa classifica quello tra Sampdoria e Verona. Per i padroni di casa è la giusta occasione per scrollarsi di dosso la rabbia dello scorso match contro la Juve, mentre per gli ospiti è una buona opportunità per avvicinare lo Spezia quartultimo.

Tra i blucerchiati, indisponibile Audero, che sarà rimpiazzato da Turk. Squalificato, invece, Rincón: al suo posto potrebbe partire titolare Cuisance. Gabbiadini e Jesé pronti a guidare l’attacco.

Per la squadra di Zaffaroni, da valutare invece i recuperi di Ngonge, Hien e Ceccherini. Sulla trequarti importante occasione per Verdi, mentre in attacco Kallon e Gaich, con Lasagna pronto a insidiare uno dei due.

Fiorentina-Lecce (domenica 19 marzo ore 15:00)

La Fiorentina è nel suo miglior momento della stagione, e sia le tre vittorie consecutive in Serie A, sia il passaggio del turno in Conference League, lo testimoniano. Si rivedrà Biraghi come terzino sinistro, e a centrocampo Bonaventura, Amrabat e Barák dal 1′. Scalpita per un posto da titolare Jović, che potrebbe far riposare Cabral.

Il Lecce, quindicesimo in campionato, arriva da una pesante sconfitta casalinga contro il Torino, ed ora è chiamato alla reazione. Nell’undici di partenza, dubbio Pezzella-Gallo a destra della difesa. A centrocampo Hjulmand, Blin e uno tra González e Maleh. Davanti, Colombo in vantaggio su Ceesay.

Torino-Napoli (domenica 19 marzo ore 15:00)

Il Torino può sognare in grande: l’Atalanta è sesta a soli cinque punti, e la Conference League è quindi un obiettivo non impossibile. La squadra di Jurić dovrà però vedersela con il Napoli, fresco di passaggio del turno in Champions.

Per i granata, dubbio tra Ricci e Linetty ad affiancare Ilić sulla mediana. Sanabria pronto a guidare l’attacco, con Mirančuk a sostenerlo insieme a uno tra Karamoh e Radonjić.

I partenopei possono contare di nuovo sui ristabiliti Meret e Kim. Terminata anche la squalifica di Mário Rui, che tornerà a presidiare la fascia sinistra nella difesa a quattro. Possibile impiego dal 1′ per Elmas, con Zieliński che potrebbe rifiatare. Davanti, da valutare le condizioni di Lozano, per completare il tridente con Kvaratskhelia e Osihmen.

Lazio-Roma (domenica 19 marzo ore 18:00)

Un derby che si preannuncia infuocato, con un posto Champions in palio e con Mourinho squalificato.

La Lazio viene da un’eliminazione in Conference League che ha lasciato delusa tutta la piazza, e sarà anche orfana di Immobile. A destra della difesa, ballottaggio Lazzari-Marušić, mentre al centro ci saranno Casale e Romagnoli. Centrocampo a tre con Cataldi, Luis Alberto e Milinković-Savić, mentre davanti si rivedrà Anderson falso nueve. Assente Vecino, che dovrà scontare la squalifica.

La Roma arriva invece dal passaggio del turno in Europa League, ma anche da una brutta caduta in casa contro il Sassuolo, e cercherà la reazione senza il suo tecnico in panchina. Non sarà della partita neanche Kumbulla, espulso nel match precedente. Si rivedrà il trio difensivo titolare con Smalling, Mancini e Ibañez, mentre centrocampo torna Cristante, che sarà in campo dal 1′ insieme a uno tra Wijnaldum e Matić. Davanti, Dybala e Pellegrini sranno pronti a dare manforte ad Abraham.

Inter-Juventus (domenica 19 marzo ore 20:45)

L’Inter è riuscita a raggiungere i quarti di finale di Champions, ma la sconfitta subìta nell’ultimo turno di campionato mette in risalto le difficoltà incontrate in questa stagione dalla squadra di Inzaghi. Con Bastoni out, si potrebbe rivedere Škriniar titolare, con Darmian pronto ad avanzare sulla fascia destra. In coppia con Lautaro, Lukaku in vantaggio su Džeko in attacco.

Per la Juventus, fresca di qualificazione ai quarti di Europa League, torna tra i convocati Chiesa, ma dovrebbe essere Di María ad affiancare Vlahović nel reparto avanzato. A centrocampo, pronti Rabiot, Locatelli e Fagioli, mentre sulla linea di difesa, da valutare Bonucci. Ancora squalificato Kean.

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Articles

UCL: Napoli-Barcellona 1-1, Osimhen risponde a Lewandowski

Esordio da brivido per Francesco Calzona che si siede per la prima...

UCL: Porto-Arsenal 1-0, Galeno risolve al 94′

di Gianluca Stanzione – All’Estadio do Dragào, il Porto di Sergio Conceicao...

Aia: gli arbitri della 26^ giornata di Serie A

L’AIA ha reso note le designazioni arbitrali per la 26^ giornata di...

Bundesliga: Tuchel-Bayern addio a fine stagione

Il Bayern Monaco mette a tacere le voci di un cambio imminente...